Latte, Pastorino (RaS): mozione in Regione per salvaguardare aziende

0
CONDIVIDI
Il consigliere regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino
Il capogruppo regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino
Il capogruppo regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino

GENOVA. 11 APR. “Continua in Liguria la smobilitazione dei comparti produttivi da parte delle multinazionali. Un’emorragia senza fine. Questa volta sotto attacco sono gli allevamenti e i produttori riuniti nella Cooperativa Produttori Latte della Valpolcevera, cui la multinazionale Lactalis-Parmalat non ha rinnovato il contratto di fornitura”.

Rete a Sinistra oggi ha presentato in Regione una mozione per tentare di salvare le sessanta aziende a rischio.

“Anche questa volta siamo di fronte a un disastro annunciato, si sono avverate tutte le preoccupazioni che la cooperativa manifesta dal 2010, quando Lactalis ha iniziato a smantellare la centrale del latte di Fegino.

 

Oggi stiamo scoprendo l’acqua calda – ha accusato il capogruppo regionale Gianni Pastorino – perché è sempre più evidente quanto in Liguria manchino strategie e politiche industriali. La colpa è tanto del governo locale quanto di quello nazionale, che sembra più interessato a compiacere le multinazionali piuttosto che a salvaguardare l’economia locale. Risultato? Siamo alla mercé di gruppi industriali senza scrupoli, che fanno scempio di accordi e promesse, delocalizzano con uno schioccar di dita, sfruttano il territorio finché fa comodo.

Non può andare avanti così. Servono misure straordinarie, ma soprattutto serve un vero cambiamento culturale in cui produttori e consumatori stiano dalla stessa parte”.

 

LASCIA UN COMMENTO