Latte, Don Porcile presto gli allevatori in parrocchia a vendere

0
CONDIVIDI
Don Valentino Porcile e il latte ligure
Don Valentino Porcile e il latte ligure
Don Valentino Porcile e il latte ligure

GENOVA. 13 APR. Nuova azione di don Valentino Porcile che vuole creare un punto vendita di formaggi davanti alla chiesa per sostenere i produttori di latte genovesi dopo che Parmalat ha deciso di non rinnovare loro il contratto di acquisto con i produttori che non ci stanno a vender eil loro prodotto a 25 centesimi a litro.

Così il parroco della chiesa della Santissima Annunziata di Sturla che tra domani e dopo domani si recherà a Rossiglione a conoscere tre caseifici.

“Sabato e domenica – spiega don Porcile – in chiesa daremo un assaggio del loro formaggio, venderemo alcuni pezzi e prenderemo le prenotazioni per altro formaggio. Ma già la prossima domenica o quella ancora dopo arriveranno gli allevatori in parrocchia a vendere”.

 

Si tratta di un’iniziativa, spiega don Porcle, “che arriva dopo l’invito al boicottaggio dei prodotti Parmalat e serve per sostenere gli allevatori”.

“Avevo espresso la convinzione – spiega don Valentino Porcile – che ribadisco, di boicottare i prodotti Parmalat, come strumento democratico per abbassare i fatturati e fare cambiare decisione a chi danneggia così pesantemente i nostri lavoratori.

Ora questo secondo passo, costruttivo e molto concreto, per dire a questi lavoratori: noi ci siamo”.

Facebook: https://www.facebook.com/valentino.porcile.5?fref=ts

LASCIA UN COMMENTO