Home Da Sistemare

L’ANSALDO NUCLEARE PRENDE UNA COMMESSA IN CINA PER 13 MILIONI DI EURO

0
CONDIVIDI

L’impianto cinese, destinato ad essere il primo di una nuova filiera, sarà equipaggiato con reattori del tipo AP1000, che rappresentano il più avanzato modello (Generation III+) di reattore ad acqua in pressione PWR disponibile ad oggi sul mercato. Si tratta infatti di reattori da 1100 MW che utilizzano sistemi di sicurezza progettati per funzionare senza nessun supporto (“sistemi passivi”) e senza intervento dell’operatore. Ansaldo Nucleare ha collaborato con Westinghouse allo sviluppo, alla verifica sperimentale e infine alla progettazione di dettaglio di questo reattore sin dal suo concepimento.
 
Il contratto, acquisito in joint venture con Camozzi Energy Special Components, ha un valore complessivo pari a 23,2 M€, di cui una quota parti a 13,2 M€ per Ansaldo Nucleare.

In parallelo al suddetto contratto, è stato anche sottoscritto, con la State Nuclear Power Techology Corporation cinese, un contratto per la formazione di personale cinese sia in Italia che direttamente in Cina ed in assistenza di personale specialistico Ansaldo alle attività manifatturiere effettuate da società cinesi.  Ciò consentirà alla joint venture italiana di partecipare anche alla realizzazione delle ulteriori centrali di questo tipo che la Cina intende realizzare nei prossimi anni . (nell’immagine: una centrale equipaggiata con un reattore AP1000).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here