L’Ammiraglio Melone saluta La Spezia

0
CONDIVIDI
uesta mattina il Direttore Marittimo della Liguria Ammiraglio Vincenzo Melone si è accomiatato dalla città della Spezia
uesta mattina il Direttore Marittimo della Liguria Ammiraglio Vincenzo Melone si è accomiatato dalla città della Spezia
uesta mattina il Direttore Marittimo della Liguria Ammiraglio Vincenzo Melone si è accomiatato dalla città della Spezia
uesta mattina il Direttore Marittimo della Liguria Ammiraglio Vincenzo Melone si è accomiatato dalla città della Spezia
uesta mattina il Direttore Marittimo della Liguria Ammiraglio Vincenzo Melone si è accomiatato dalla città della Spezia

LA SPEZIA. 24 SET. Questa mattina il Direttore Marittimo della Liguria Ammiraglio Vincenzo Melone si è accomiatato dalla città della Spezia in un giro di visite alle principali Autorità locali prima del suo trasferimento a Roma ove è designato ad assumere l’incarico di Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.

Accompagnato dal Comandante della Capitaneria di Porto della Spezia Enrico Castioni e dal prossimo Direttore Marittimo della Liguria Ammiraglio Giovanni Pettorino, che ha così avuto modo di avviare il suo nuovo insediamento, l’Ammiraglio Melone ha dapprima incontrato il Procuratore Capo della RepubblicA dott. Maurizio Caporuscio, ricevendo sincere testimonianze d’ammirazione e riconoscenza per l’attività della Guardia Costiera che, soprattutto nel Canale di Sicilia, è in questo frangente un irrinunciabile baluardo di sicurezza per la vita di tanti migranti disperati che fuggono dalla morte e dalla miseria.

“Meritereste il premio Nobel per la pace” ha detto il Procuratore a Melone che ha apprezzato il sincero riconoscimento, volendolo tuttavia condividere con il Paese intero evidenziando che “l’Italia tutta sta dando prova di una straordinaria capacità di risposta corale ad un fenomeno epocale altrimenti impossibile da gestire”.

 

Gli alti ufficiali si sono quindi recati in visita dal Prefetto dott. Mauro Lubatti, che ha usato analoghe parole di grande considerazione e autentica stima per un’Organizzazione che ha imparato a conoscere bene alla Spezia, apprezzandone l’impegno quotidiano e la fattiva integrazione nella complessa e multiforme realtà marittima provinciale. Anche il Presidente dell’Autorità Portuale Lorenzo Forcieri ha voluto porre l’accento sulla professionalità e la capacità delle Capitanerie di Porto di contemperare sicurezza e competitività dei traffici marittimi, citando ad esempio la sperimentazione nazionale dello sdoganamento delle merci in mare iniziata proprio in Liguria.

L’Ammiraglio Melone ha quindi voluto incontrare il personale tutto della Capitaneria spezzina, che ha salutato con grande affetto e riconoscenza per il lavoro portato avanti quotidianamente con passione e spirito di sacrificio.

“Nei prossimi mesi ed anni – ha detto l’Ammiraglio Melone – dedicherò tutto il mio impegno a consolidare la grande tradizione e l’identità del Corpo delle Capitanerie di Porto. Sarò l’ambasciatore della Guardia Costiera italiana, affinché sempre di più siano riconosciuti il nostro insostituibile ruolo, la grande professionalità e l’impegno indefettibile con cui operiamo ogni giorno, in Italia e nel mondo.

Vi lascio nelle mani di un grande Ammiraglio – ha poi concluso rivolgendosi all’amico Pettorino, che lo sostituirà a Genova – un uomo che sa esprimere al meglio la virtù di comando più importante, la capacità cioè di suscitare coesione e unità d’intenti nella missione che ci è affidata.” Onorato dalle belle parole, l’Ammiraglio Pettorino si è rivolto al personale della Capitaneria di Porto, di cui è stato Comandante dal 2005 al 2007: “sono certo che sapremo sostenere al meglio il mandato dell’Ammiraglio Melone – ha detto – lavorando con abnegazione e trasparenza nell’interesse della collettività e con quella serenità d’animo indispensabile per assolvere al meglio il nostro compito”.

Il Comandante Castioni ha quindi ringraziato l’Ammiraglio Melone: “esprimo certamente il sentimento comune di tutto il personale della Capitaneria di Porto della Spezia nel dire che la sua autorevolezza morale e professionale e la sua grandissima umanità costituiscono per noi un irrinunciabile punto di riferimento e sono per il Corpo delle Capitanerie di Porto il miglior viatico per le sfide presenti e future della Guardia Costiera italiana”. Rivolgendosi poi all’Ammiraglio Pettorino ha aggiunto “ben tornato in Liguria Ammiraglio e buon lavoro”.

LASCIA UN COMMENTO