Home Cronaca Cronaca Genova

Lagaccio: uccisa e nascosta sotto il letto del vicino tossicodipendente, che confessa

2
CONDIVIDI
Carabinieri

GENOVA. 2 MAG. Anna Carla Arecco, 86 anni, era scomparsa da tre giorni, ma il delitto è stato scoperto soltanto ieri sera al civico 2 di via del Lagaccio. Secondo una prima ipotesi investigativa, Pierluigi Bonfiglio, cuoco genovese di 34 anni, che risulta tossicodipendente, avrebbe ammazzato la vicina trascinandola poi sul pianerottolo e nascondendola per tutto questo tempo sotto il letto di casa sua.

A scoprire il cadavere, soltanto ieri sera, è stata la madre del giovane che ha avvertito l’odore nauseabondo proveniente dalla camera del figlio. Il presunto assassino abitava da solo e la madre era andato a trovarlo.

Sarà l’autopsia a stabilire le cause, ma il corpo martoriato della pensionata presentava diversi lividi e una ferita alla testa, probabilmente provocata da un oggetto contundente.


Il 34enne fermato ed interrogato tutta la notte dai carabinieri, intervenuti sul posto, ha raccontato agli investigatori che l’anziana era stata uccisa da uno straniero di colore, ma poi non ha retto e quindi avrebbe confessato il delitto.

In sostanza, si sarebbe fatto aprire la porta di casa con una scusa e poi l’avrebbe uccisa per i soldi, dormendo addirittura tre notti con il cadavere sotto il letto. “Tanto in casa mia non veniva mai nessuno” avrebbe spiegato ai carabinieri. Nell’alloggio della pensionata, infatti, sono spariti ori, preziosi e denaro.

Pertanto, le ipotesi di accusa risultano rapina, omicidio ed occultamento di cadavere. Bonfiglio è stato rinchiuso a Marassi.

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here