Home Politica Politica Genova

LA CENTRALE DEL LATTE SI FERMA PER UN GIORNO. SENATRICE PD PINOTTI: “IL GOVERNO INTERVENGA PER IL SALVATAGGIO CONTRO I PIANI “LACTALIS””

0
CONDIVIDI

acentralelattescioperolnGENOVA 20 LUG. Nella giornata dello sciopero di ieri di 8 ore dei dipendenti e di un’affollata assemblea indetta dalle organizzazioni sindacali, la senatrice del Pd Roberta Pinotti, eletta a Genova, ha rivolto un’altra interrogazione urgente ai Ministri dello Sviluppo Economico Corrado Passera e delle Politiche Agricole Mario Catania per scongiurare la chiusura della Centrale del Latte del capoluogo ligure.

“Ai ministri competenti – sottolinea Roberta Pinotti – chiediamo di sapere quali interventi possano essere messi in atto per evitare la chiusura, da parte della Lactalis, di uno stabilimento, quello di Genova Fegino, che con i suoi 77 anni di vita può essere considerato storico. La multinazionale francese, infatti, non sta smentendo le decisioni trapelate nelle ultime settimane relative ad un piano industriale che prevede la dismissione della Centrale del Latte genovese, oltre allo stop degli impianti di Como e Pavia e al ridimensionamento di quello di Parma, nonostante Parmalat avesse assunto non più tardi di due anni fa impegni contrari.

Le preoccupazioni per le sorti dello stabilimento genovese coinvolgono direttamente 63 famiglie di lavoratori della Centrale, 70 famiglie di quella impiegati nella filiera, e altre 50 circa dell’indotto. Ma oltre a questo, ad essere compromessa sarebbero le filiere di produzione dei formaggi e di altri prodotti tipici e Dop, che utilizzano il latte prodotto in Liguria e lavorato a Genova. Non solo, sembra anche che Lactalis voglia utilizzare la piattaforma logistica di Genova Bolzaneto per distribuire nella città e nella regione latte prodotto presumibilmente in Francia.


E’ evidente che, per il bene della città e della Regione che stanno già vivendo una profonda crisi – conclude la Pinotti – è necessario scongiurare anche questa grave perdita”.

Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here