Home Cronaca Cronaca Genova

LA STRADALE SCOPRE AUTOTRASPORTATORE CHE ALTERAVA IL CRONOTACHIGRAFO

1
CONDIVIDI

stradale-calamitaGENOVA. 21 OTT. Un altro viaggio attende C.S. un autotrasportatore italiano di 47 anni che lavora sulla tratta Modena Genova. Lui è anche il proprietario del mezzo pesante, i costi da coprire sono elevati, ma per fortuna ha una vasta clientela e ciò è un gran vantaggio, considerando che la crisi economica si fa sentire non poco nel settore dell’autotrasporto.

Il suo obiettivo è quello di riuscire a consegnare la merce nell’arco della giornata ma le regole del codice della strada non gli consentono di guidare per più di otto ore giornaliere e allora come fare? Semplice, utilizzare un magnete per bloccare il cronotachigrafo, l’apparecchiatura che registra le ore di guida di mezzi pesanti e autobus.

Però non ha fatto i conti con i controlli della Polizia Stradale che conosce bene questi sistemi.
Infatti, quando gli agenti lo fermano e visualizzano la stampa dello scontrino giornaliero del cronotachigrafo notano un’anomalia, i chilometri percorsi sono troppi e poche le ore di guida.
Lui così confessa di aver installato un magnete sotto il cambio allo scopo di poter guidare per più ore e terminare le consegne della merce nell’arco della giornata.


Ora dovrà pagare una multa di 1700 euro, la patente di guida gli è stata ritirata per la successiva sospensione.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here