La Scala si affaccia al nuovo anno

0
CONDIVIDI
Cincerella alla Scala
Cincerella alla Scala
Cincerella alla Scala
La Scala riparte il 2 gennaio
La Scala riparte il 2 gennaio

MILANO. 30 DIC. Il 2015 sta per concludersi e la Scala si affaccia all’Anno Nuovo con una programmazione ricca di novità.

Il 2016 si apre il 2 gennaio con l’ultima replica di Giovanna d’Arco di Giuseppe Verdi: opera che proprio alla Scala ebbe la sua prima esecuzione assoluta 170 anni fa, e vi è tornata oggi per inaugurare la Stagione 2015/2016. Dirige Riccardo Chailly.

A gennaio la programmazione prosegue con due titoli d’Opera. Torna dal 13 gennaio fino al 6 febbraio, l’amatissima messa in scena di Rigoletto firmata da Gilbert Deflo con le scene di Ezio Frigerio, e con essa tornano i grandi interpreti di questo titolo verdiano. Leo Nucci, Vittorio Grigolo, Nadine Sierra e Carlo Colombara sono accompagnati dal Coro e dall’Orchestra della Scala diretti da Mikko Franck.

 

Il trionfo del tempo e del disinganno dal 28 gennaio al 13 febbraio, inaugura invece il nuovo progetto del Teatro di creare una tradizione esecutiva barocca e storicamente informata. Il Teatro alla Scala vuole instaurare una nuova tradizione: mettere in scena almeno un’opera barocca per Stagione. Il direttore Diego Fasolis, grande esperto di musica antica, inaugura il progetto con l’oratorio di Georg Friedrich Händel, che ha trovato veste scenica in questo celebre spettacolo creato da Jürgen Flimm ed Erich Wonder per l’Opera di Zurigo.

Diego Fasolis ha raccolto l’invito della Scala e ha quindi creato un ensemble orchestrale dedito al repertorio barocco con strumenti originali, formazione alla quale molti professori d’orchestra hanno aderito con entusiasmo.

Per gli appassionati di balletto, fino al 15 gennaio, assolutamente da non perdere è Cinderella, la nuova produzione di Mauro Bigonzetti che ha inaugurato con successo straordinario la Stagione di Balletto 2015/2016, cucita addosso ai ballerini scaligeri e ispirata alla straordinaria musica di Prokof’ev, che affascina grazie alla varietà delle innumerevoli danze e ai personaggi della celeberrima favola di Perrault. Gli straordinari Roberto Bolle e Polina Semionova continuano a emozionare insieme al Corpo di Ballo.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO