Home Politica Politica Genova

La rossa Sestri Ponente ora è verde e pacifica: nessuno scontro e pienone per Salvini

33
CONDIVIDI
Manifestazione lavoratori Tre-Wind, a rischio in 900

GENOVA. 31 MAG. “Con Peracchini liberiamo La Spezia, con Bucci liberiamo Genova”.

Prima a La Spezia, tra i sostenitori del candidato sindaco del centrodestra Peracchini. Poi al Cep di begato per incontrare alcuni residenti del quartiere popolare, vittima del degrado ed abbandonato a se stesso.

Quindi interviste alle Tv locali e bagno di folla anche al Teatro Verdi di piazza Oriani, riempito con oltre 500 persone: la rossa Sestri Ponente ha accolto pacificamente ed a braccia aperte il numero uno della Lega.


Mai nessuno scontro o contestazione. Anzi.

Se a Begato il “capitano” è stato invitato in una casa popolare dai proprietari, a Sestri Ponente è sceso dal palco del Teatro Verdi per stringere la mano ai lavoratori Wind Tre, che hanno partecipato all’incontro con Bucci, Rixi e Toti, moderato dal giornalista Mediaset Paolo Liguori: “Mi sono già mosso e ho preso contatti con l’azienda per risolvere il vostro problema”.

Il tour di Matteo Salvini in Liguria si è concluso ieri in tarda serata con i militanti, riuniti per la conviviale al ristorante La Vetta di Pegli.

Per i 200 lavoratori del call center genovese oggi è magicamente arrivata la buona notizia: la cessione del ramo d’azienda non comporterà nessun licenziamento.

“Grande notizia! Nessun licenziamento per i dipendenti dei call center Wind Tre. Lo ha confermato ufficialmente l’azienda – ha esultato Salvini su Fb – con i cui vertici ci eravamo sentiti proprio un paio di giorni fa. E ieri sera ho incontrato una delegazione dei lavoratori della sede di Genova, a rischio insieme ai call center di Palermo, Roma e Cagliari. Speriamo di aver dato il nostro piccolo contributo. Lega sempre a difesa del lavoro”.

 

 

33 COMMENTI

  1. Qualcuno risponde che Sestri resta rossa e lo dice quasi con orgoglio ma forse a questo qualcuno piace Genova invasa e disoccupata, quindi rossa di vergogna! Per fortuna il vento è cambiato, #BucciSindaco! P.s.per i rosiconi:il teatro era pieno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here