La Regione tira fuori 1 milione per le botteghe dell’entroterra

0
CONDIVIDI
Un bar e bottega di alimentari nell'entroterra ligure
Un bar e bottega di alimentari nell'entroterra ligure
Un bar e bottega di alimentari nell’entroterra ligure

GENOVA. 21 MAG. E’ stato approvato ieri dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi, il bando da 1 milione di euro a sostegno delle botteghe dei comuni dell’entroterra.

“Con questa misura diamo seguito a un preciso impegno che ci eravamo presi in campagna elettorale – ha dichiarato l’assessore Rixi – per sostenere e difendere quelle attività del piccolo commercio che, grazie agli assurdi studi di settore, stanno rischiando di scomparire nelle nostre valli e che costituiscono un preziosissimo presidio del nostro territorio a serio rischio di spopolamento”.

Il bando prevede finanziamenti, a fondo perduto, per piccole superfici commerciali di vendita al dettaglio di generi alimentari e misti in 125 comuni liguri non costieri con una popolazione non superiore ai mille abitanti e in quelli con non oltre 5 mila abitanti, sempre non costieri, ma che corrispondano ad almeno due requisiti: un rapporto tra popolazione residente e superficie inferiore al valore medio della provincia di appartenenza; un rapporto tra imprese e superficie inferiore al valore medio della provincia di appartenenza; un rapporto tra numero di imprese e popolazione residente inferiore al valore medio della provincia di appartenenza.

 

I comuni interessati sono 42 in provincia di Imperia, 36 a Savona, 34 a Genova e 13 alla Spezia. Sono ammessi contributi da un minimo di 5 mila a un massimo di 20 mila euro a impresa pari al 40% degli investimenti effettuati per ristrutturazioni edilizie, installazioni tecnologiche, arredi e acquisti di beni. Previste anche premialità per le imprese nei comuni sotto i mille abitanti, per gli imprenditori under 35 e per le imprenditoria femminile.

 

 

LASCIA UN COMMENTO