La Regione dice NO alla chiusura della Prefettura di Savona

0
CONDIVIDI

prefettura_savonaSAVONA. 17 NOV. No alla chiusura della Prefettura di Savona. Un’ordine del giorno, in Consiglio regionale, votato all’unanimità, per impedire l’accorpamento alla Prefettura di Imperia.
Il Consiglio regionale, nella mattinata di oggi, martedì 17 novembre,  ha approvato all‘unanimità un ordine del giorno, presentato dal PD e sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta ad attivarsi nei confronti del Governo perché la prefettura di Savona non venga chiusa e accorpata a quella di Imperia.

“Abbiamo preso atto positivamente che i Ministri Alfano e Madia hanno dichiarato che l’elenco delle 23 prefetture contenuto nella bozza del DPR sulla nuova organizzazione del Ministero dell’Interno verrà rivista, alla luce dei nuovi principi stabiliti nella Legge 124/2015 – dichiarano Paita, Vincenzini e Lunardon, promotori PD dell’ordine del giorno – Riteniamo importante che la Regione faccia sentire la sua voce sulla riorganizzazione della Pubblica amministrazione e in particolare che questa debba essere attuata con molta attenzione, tenuto conto che l’eventuale soppressione della Prefettura comporta inevitabilmente il depotenziamento anche di altri servizi deputati alla sicurezza del territorio quali la Questura e Comando dei Vigili del fuoco. Mantenere la Prefettura a Savona è condizione essenziale per garantire la sicurezza del territorio e della Provincia di Savona, che è sede di importanti attività industriali e portuali che richiedono la presenza di un presidio dello Stato”.

LASCIA UN COMMENTO