La Regione cede il Teatro della Gioventù al Carlo Felice

0
CONDIVIDI
toti-berlusconi teatro-gioventu
toti-berlusconi teatro-gioventu
Una piccola folla per Toti davanti al Teatro della Gioventù: ora il governatore ligure lo cede al Carlo Felice

GENOVA. 18 MAG. “Regione Liguria cede la proprietà del Teatro della Gioventù al Teatro Carlo Felice di Genova: un segnale di sostegno al Carlo Felice e un segnale al governo perché sblocchi la legge Bray”. E’ quanto ha dichiarato oggi l’assessore regionale alla Cultura, Ilaria Cavo, durante la riunione della III Commissione regionale Attività Produttive, Cultura, Formazione e Lavoro in cui è stato audito il sovrintendente Maurizio Roi.

“Durante l’audizione il sovrintendente ha chiesto agli enti locali uno sforzo per la patrimonializzazione del teatro – ha spiegato l’assessore Cavo – importante per alleggerire la situazione debitoria e come segnale per lo sblocco dei finanziamenti della legge Bray, che ammontano a 13 milioni di euro. La nostra risposta non si è fatta attendere: in commissione ho annunciato la scelta del presidente Giovanni Toti e della sua giunta di cedere il teatro della Gioventù alla Fondazione Carlo Felice.

Abbiamo appena avviato le pratiche con l’Agenzia del territorio per arrivare a una stima del valore dell’immobile: è chiaro che l’operazione ha un valore patrimoniale, ma ha anche un forte valore di sostegno al teatro e al suo tentativo in atto di raggiungere un pubblico più vasto ed eterogeneo.

 

Cedere non un immobile qualsiasi, ma un gioiello come il teatro della Gioventù (peraltro appena ristrutturato dopo i danni alluvionali) significa offrire al Carlo Felice la possibilità di ampliare la sua programmazione e di poter utilizzare una sala con una diversa capienza, che per alcune rappresentazioni e sperimentazioni può risultare più adatta. L’immobile continuerà ad avere un vincolo di destinazione d’uso per iniziative teatrali e culturali”.

LASCIA UN COMMENTO