La Polmare individua responsabili finto allarme bomba

0
CONDIVIDI
La Polmare intercetta due tunisini responsabili di un finto allarme bomba
La Polmare intercetta due tunisini responsabili di un finto allarme bomba
La Polmare intercetta due tunisini responsabili di un finto allarme bomba

GENOVA. 15 DIC. In merito all’allarme innescato relativo alla presenza di una bomba a bordo di un traghetto della Gnv diretto a Tunisi, che lo scorso 21 novembre ha causato un considerevole ritardo sulla partenza della Excellent, La polmare di Genova dopo accurate indagini ha individuato i responsabili delle telefonate anonime.

Si tratta di due tunisini Souidi Riadh e Majid Nader ed il serbo Mulja Devat che essendo in ritardo, prt l’imbarco e per riuscire a prendere la nave, hanno effettuato la telefonata.

Nel momento della partenza della nave i due sono riusciti a lasciar el’Italia, ma lo scorso 7 dicembre, durante i controlli allo sbarco della nave preveninete da Tunisi, sono stati individuati e deferiti per pubblica intimidazione – Interruzione di pubblico servizio e procurato allarme in concorso.

 

Proprio negli ultimi giorni, la polizia, durante il controllo passaporti durante le partenze e gli arrivi dei traghetti, ha individuato quattro stranieri con a carico un ordine di carcerazione.

I quattro sono stati poi tradotti presso la casa circondariale i Marassi a disposizione dell’ autorità competente. Fra i quattro risulta un indiziato in omicidio aggravato in corcorso e un marocchino accusato di spaccio di sostanze.

LASCIA UN COMMENTO