Home Cronaca Cronaca Genova

La polizia stronca traffico di droga gestito da sudamericani

0
CONDIVIDI
La polizia stronca traffico di droga gestito da sudamericani

GENOVA. 15 LUG. La polizia, nell’ambito di attività investigative volte al contrasto del traffico e dello spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti, ieri ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dalla Procura genovese a carico di immigrati latinoamericani.

Si tratta di Nelson Oscar Ramon Medina, dominicano di 42 anni, abitante in provincia di Sondrio, e di Carlos Andrea Maya Herrera, 41 anni, da qualche tempo residente a Recco.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi a conclusione dell’attività investigativa condotta dagli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile.


Gli agenti hanno operato a Genova e a Lucca, dove si svolgeva lo spaccio al dettaglio della sostanza stupefacente ed era presente il terminale del sodalizio criminale, un terzo pregiudicato dominicano, abitante da tempo in Toscana, arrestato in flagranza nel corso dell’inchiesta per la detenzione di mezzo chilo di cocaina e di alcuni chilogrammi di cannabis. Jose Antonio Ramirez, 35 anni, secondo la polizia riforniva i connazionali dediti allo spaccio a Genova.

Nel corso dell’indagine sono stati indagate altre 11 persone, di cui 6 tratte in arresto, e sequestrati 8 kg tra hashish e marijuana e circa 1 kg di cocaina.

La Squadra Mobile ha anche interrotto un summit di spacciatori, tutti sudamericani, nel centro storico genovese. I malviventi stavano preparando le dosi di droga utilizzando additivi chimici “fortemente pericolosi”.

La brillante indagine della polizia trae origine dall’intercettazione di uno smartphone illecitamente adoperato da un detenuto dominicano, fratello di uno dei soggetti arrestati, sequestrato in carcere con la collaborazione della Polizia Penitenziaria.

Inoltre, durante le operazioni, è stato anche sequestrato un machete artigianale, trovato in possesso di un detenuto, arrestato lo scorso settembre dagli agenti della Squadra Mobile che, in quella circostanza, lo avevano sorpreso in possesso di droga e di un’arma clandestina.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here