LA POLIZIA ARRESTA 34ENNE PER LESIONI ALLA COMPAGNA

0
CONDIVIDI
Compra tre orologi con assegno clonato ma vien scoperto

arresto poliziaGENOVA. 14 GIU. La Polizia ha arrestato ieri per resistenza a P.U. e lesioni personali aggravate, Pietro Di Miceli, genovese di anni 34, soggetto gravato da numerosi precedenti di polizia per reati contro la persona e contro il patrimonio.

In particolare, nel corso di apposito servizio, il personale della Sezione Criminalità Diffusa della Squadra Mobile ha rintracciato, regolarmente parcheggiata, l’autovettura utilizzata dal Di Miceli nella serata dell’11 giugno scorso per tamponare violentemente e ripetutamente l’autovettura della compagna F.L., di 39 anni, fatti per i quali lo stesso, in stato di irreperibilità, era stato deferito all’A.G. competente per i reati di lesioni personali, violenza privata, minacce e danneggiamento aggravati.

Nel frangente il predetto sopraggiungeva a bordo di un motoveicolo e prelevava dalla sua autovettura un borsone, con l’evidente intenzione di allontanarsi da Genova per evitare l’arresto in quanto, per i fatti trascorsi, oltre all’azione violenta nei confronti della moglie, aveva provocato lesioni ad un passante e minacciato di morte un agente della Polizia di Stato, che erano accorsi in aiuto della donna, nonché aveva danneggiato sette autovetture che aveva investito nel corso delle pericolose manovre attuate.

 

Prontamente bloccato, lo stesso ha reagito in maniera attiva, colpendo il personale operante con diverse gomitate e provocando loro lesioni giudicate poi guaribili in giorni 5. Nel corso della perquisizione è stata rinvenuta e sequestrata una dose di cocaina per un peso di circa 1 grammo, nonché la somma contante di 1100 euro.

Al termine degli atti di rito il Di Miceli è stato associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’A.G.

LASCIA UN COMMENTO