La Nave Maestrale per l’ultima volta a Spezia

0
CONDIVIDI
La Fregata Maestrale
La Fregata Maestrale
La Fregata Maestrale

LA SPEZIA. 5 DIC. Il 7 dicembre la fregata Maestrale della Marina Militare arriverà al molo Italia di La Spezia, al termine dell’ultima Campagna navale della sua vita operativa, in vista della cerimonia dell’ultimo Ammaina Bandiera che avverrà il 15 dicembre all’arsenale di La Spezia.

La nave è stata consegnata alla Marina Militare nel 1982, prima unità frutto della legge navale del 1975 che, con le altre navi “gemelle” della classe “Venti”, ha rappresentato la spina dorsale della Squadra Navale per tutti gli anni di attività operativa in tutti i mari del mondo.

Dal 7 al 10 dicembre la popolazione avrà a disposizione l’ultima occasione per visitare una nave che nei suoi 33 anni di vita ha scritto pagine importanti della storia della Marina Militare partecipando alle più importanti missioni internazionali come la prima guerra del Golfo nel 1991.

 

Il programma della sosta è caratterizzato da numerosi eventi come un incontro con la stampa, la presentazione alle imprese locali della prossima edizione del meeting “Seafuture and Maritime Refitting 2016”, le mostre sulla “Grande Guerra”, sulle attività condotte dalla Marina “Maritime Security 360°” e quella allestita dal WWF Italia sul tema della salvaguardia delle tartarughe marine.

Particolare attenzione sarà rivolta al sociale e alla beneficenza: a bordo di nave Maestrale sarà possibile donare a favore della ricerca per la cura delle malattie genetiche attraverso i “cuori di cioccolato” di Telethon.

Per essere sempre aggiornati sulle attività della Marina Militare sarà possibile abbonarsi alla Rivista Marittima o al Notiziario della Marina e acquistare il calendario 2016 che quest’anno è costruito con gli scatti inviati dal nostro personale, marinai che hanno colto attimi di vita a bordo di navi, sommergibili, elicotteri e aerei.

La Fregata Maestrale della Marina Militarehttp://www.marina.difesa.it/uominimezzi/navi/Pagine/galleria_LaSpezia.aspx

LASCIA UN COMMENTO