Home Politica Politica Genova

La lista Pd che appoggia Crivello. Lui: bonjour, comment ça va?

8
CONDIVIDI
Crivello e Terrile (Pd)

GENOVA. 8 MAG. Presentata oggi pomeriggio presso il belvedere di Mura delle Capuccine, la lista del Partito Democratico a sostegno del candidato sindaco di Genova Gianni Crivello alle prossime elezioni comunali.

“Abbiamo tutte le carte in regola per fare bene per cui quello che chiediamo ai nostri candidati è di correre in questo mese per parlare con più cittadini possibile spiegando le nostre proposte e ascoltando i loro bisogni”. A parlare è il segretario il segretario e capolista del Pd genovese Alessandro Terrile che ha presentato i 40 candidati della lista.

“La lista – spiega Terrile – segue alcuni principi. Per primo la parità di genere (la lista è composta per metà di donne e per metà uomini); poi abbiamo premiato chi ha lavorato nei municipi: sono 11 su 40 i consiglieri di municipio che oggi si candidano in Consiglio comunale e questa è una scelta che il Pd fa convintamente. Perché noi crediamo fortemente che una delle missioni che ha un partito è quella di selezionare la classe dirigente e la selezione non avviene per amicizie o per adesione alle correnti, bensì avviene sulla valutazione del lavoro”.


Sono sette gli uscenti tra ex consiglieri comunali e assessori: Stefano Bernini e Italo Porcile per la giunta, Giorgio Guerello, Claudio Villa, Cristina Lodi, Nadia Canepa e Alberto Pandolfo per il consiglio mentre undici sono i candidati che provengono dai municipi.

Tra i quaranta candidati a Tursi due si presentano come indipendenti e provengono dal’Udc: Anna Maria Galli e Luigi Zoboli, avvocato e commissario metropolitano dell’Udc.

Tra i nomi ci sono l’ex presidente del municipio Ponente Mauro Avvenente, del municipio Centro Ovest Franco Marenco, l’assessore del municipio Centro Est Maria Carla Italia, l’avvocato Raffaella Multedo, l’imprenditore di Mentelocale Eugenio Musso e Margherita Mereto Bosso della segreteria provinciale del Pd.

Alla presentazione della lista del Pd era presente il candidato sindaco di centro sinistra Gianni Crivello che ha esordito facendo riferimento alle elezioni francesi: “Posso? Posso? Bonjour, comment ça va? Bien! No, nel senso che oggi siamo un po’ più felici, il caso vuole naturalmente che coincida con la nostra presentazione. Forse qualcuno non è felice quanto noi, anzi qualcheduno probabilmente è a lutto”.

“Io ho visto naturalmente la lista – prosegue Crivello – e anche questa lista è ricca di competenze, passioni, intelligenza, senso di appartenenza a questa città, voglia di lavorare per questa città”… “Ho visto molte competenze, quindi non correremo nessuno il rischio di far volare i droni quando non possono volare e possono anche cadere sulle teste delle persone o magari si deve chiudere l’aeroporto per poter far volare i droni, oppure magari le aree vengono affidate, oppure si pensano di affidare quando sono già affidate, quando la destinazione di quell’area è già scontata, oppure quando si pensa per favorire il piccolo commercio, il commercio di prossimità, di dare ampiamente libertà al grande commercio”.

“Queste sono battute – conclude Crivello – ma ahimé è qualcosa di più serio perché amministrare una città è importante, perché amministrare la sesta città d’Italia è fondamentale soprattutto in un momento così complesso. Ci sono tutte le condizioni perché questa città possa essere rilanciata e sono assolutamente certo che lo potremmo fare tutti insieme, con la coalizione e con il contributo irrinunciabile del Partito Democratico”. L.B.

 

8 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here