LA GRANDE GUERRA: OLTRE 1700 CADUTI DEL NOSTRO TIGULLIO

0
CONDIVIDI

Grande GuerraSANTA MARGHERITA. 5 SET. Sabato 12 settembre, ore 17.00 appuntamento a Spazio Aperto in via dell’Arco 38 a Santa Margherita sul tema:

La Grande Guerra: un momento di riflessione rivolto agli oltre 1700 caduti del nostro Tigullio. A conclusione di una serie di iniziative che “Spazio Aperto” ha dedicato alla Prima Guerra Mondiale nell’impossibilità di raccontare i 1700 drammi individuali la Società Economica di Chiavari ha focalizzato l’attenzione su due soldati chiavaresi, Cesare Branchetti e Mario Piccardo, realizzando alcuni pannelli e un video che documentano cartoline e diari dei due soldati e scene di vita chiavarese dell’epoca.

Il chiavarese Giorgio “Getto” Viarengo appassionato conoscitore della storia locale racconta la vicenda di questi e altri soldati ricostruendola sui documenti originali e inediti provenienti dalle loro famiglie, restituendo alla Grande Guerra una dimensione locale fatta di micro-storie di persone e avvenimenti che nacquero sul nostro territorio per andare a comporre il quadro della “inutile strage” (Benedetto XV).maxresdefault[1]

 

A dare il titolo all’incontro è la canzone degli alpini “La sentinella”: “Era una notte che pioveva / e che tirava un forte vento / immaginatevi che grande tormento…”. Le raffiche del forte e triste vento della guerra che spazzano via la belle époque, provenienti dal confine nord orientale, che si incanalano per tutta l’Italia, giù  fino alle isole e al sud: perché da tutto il territorio italiano provengono le centinaia di migliaia di caduti della terribile conta finale.

L’incontro ha il patrocinio del Comune di Santa Margherita. L’ingresso, come per tutte le iniziative dell’Associazione “Spazio Aperto”, è libero e gratuito. Per ulteriori informazioni [email protected] 0185 696475 www.gazzettadisanta.eu/spazioaperto/  ABov.

LASCIA UN COMMENTO