La grande danza in video al Verdi

0
CONDIVIDI
La Bella Addormentata al Verdi
La Bella Addormentata al Verdi
La Bella Addormentata al Verdi
Francesca Camponero curatrice de La grande danza in video al Verdi
Francesca Camponero curatrice de La grande danza in video al Verdi

GENOVA. 16 NOV. Sarà La bella addormentata ad aprire Martedì 17 novembre – ore 16.00 al Teatro Verdi di P.zza Oriani a Sestri Ponente  il ciclo delle proiezioni dei grandi balletti. Questa esecuzione de La Bella Addormentata di Piotr Ilyitch Tchaikovski è ad opera del Balletto dell’ Operà di Parigi.

L a bella addormentata è uno dei capolavori più brillanti del repertorio classico della danza, e in questa edizione del 2013 presenta un’imponente messa in scena con la coreografie di Rudolf Nureyev. Nureyev amava molto questo balletto che definiva il “balletto per eccellenza” per la sua suntuosità scenografica nonché per le prestazioni virtuose richieste dalla tecnica dei danzatori.

“La Bella Addormentata” è il secondo, per cronologia di composizione, dei tre balletti di Pyotr Ilyich Tchaikovsky , dopo “Il lago dei cigni” e prima de “Lo schiaccianoci”.

 

Eseguito per la prima volta a San Pietroburgo nel 1890  e portando in scena nel ruolo di Aurora l’italiana Carlotta Brianza, questo ‘balletto dei balletti’ unisce i talenti del coreografo Marius Petipa e del compositore Tchaikovsky.  Nel 1989, Rudolf Nureyev per il Balletto dell’Opera di Parigi, di cui era direttore, ha riallestito il balletto basando la sua coreografia su quella sulla originale, mantenendo  sontuose scene e costumi con la collaborazione di Ezio Frigerio e Franca Squarciapino.

La bella addormentata è un balletto molto curato nei dettagli, di segno fastoso che tende al kolossal tra un barocco alla Versailles e un Settecento galante alla Watteau, tutto uno sfolgorio di luci, stucchi e gioielli, un palazzo degli incanti e un luogo da sogno dove tutto accade come se si volesse tornare indietro nel tempo, nella reggia dello Zar quando il lavoro fu concepito dal grande Petipa nel 1890.

Prima della proiezione il balletto vede un breve presentazione a cura del critico di danza Francesca Camponero.

Durata: 2 ore e 55 minuti
Direttore: Philippe Giordan
Musica: Piotr Ilyitch Tchaikovski
Coreografia: Rudolf Noureev  Marius Petipa
Orchestra e corpo di ballo dell’Opera di Parigi
Intero € 7.00

LASCIA UN COMMENTO