Home Non Classificati

LA CITTA’ DI GRADO PER IL NATALE IN LAGUNA

0
CONDIVIDI

o incantevole, vivace e ricca di iniziative tra le luminarie del centro storico, il fascino invernale di mare e laguna e l’immancabile offerta enogastronomica. Dal 15 dicembre al 20 gennaio 2008 ritorna uno degli eventi più amati da gradesi e turisti: il Giro dei presepi. Privati, associazioni e artisti locali sono gli autori delle oltre cento natività sparse in ogni angolo dell’isola. L’accurata realizzazione, l’ambientazione unica (come quelli in laguna), l’uso di materiali particolari o semplicemente la fantasia rendono i presepi delle vere e proprie opere d’arte. Tra tutti, il più ammirato resta il presepe galleggiante allestito dai Portatori della Madonna di Barbana all’interno di un grande casone, la tipica abitazione lagunare, sopra una chiatta ormeggiata al centro del mandracchio. A rendere ancora più suggestiva questa ricostruzione della natività, che rimanda alle antiche tradizioni dei pescatori, è un grande abete illuminato, che si rispecchia nelle acque del porto.
Per conoscere la storia dei presepi di Grado si può prendere parte a una delle visite guidate accompagnate dalle melodie natalizie degli zampognari, che il 26 dicembre e il 3 gennaio 2008 dalle 15.30 portano alla scoperta di questo suggestivo itinerario. Per informazioni e prenotazioni: Comune di Grado, Turismo e Relazioni Esterne, tel. 0431 898239, turismo@comunegrado.it. Il giro dei presepi è un ottimo pretesto per scoprire gli angoli più suggestivi di Grado. Il dedalo di campi e campielli del centro storico regala sorprendenti scoperte artistiche e culturali, che dalla meravigliosa triade di edifici paleocristiani composta dalla Basilica di S. Eufemia, dal Battistero e da Santa Maria delle Grazie arriva fino ai sapori della gastronomia locale. Nel periodo natalizio i “Ristoranti del Castrum”, l’associazione che riunisce sei ristoranti (Agli Artisti, Al Canevon, Alla Borsa, Da Ovidio, De Toni, Tavernetta All’Androna) all’interno dell’antica fortificazione, propongono i piatti della tradizione isolana. Non solo. Nel centro storico a dare il benvenuto sono anche le enoteche gradesi, riunite a loro volta nell’associazione “Grado Bolle”, con la loro offerta di vin brûlè, cioccolata calda, punch e i migliori vini della regione. Celebrato il Natale e salutato l’anno nuovo con uno straordinario spettacolo pirotecnico a mare, Grado chiude i festeggiamenti con la realistica e affascinante rievocazione di un’antichissima leggenda, che affonda le radici nella storia, al tempo delle scorrerie degli Uscocchi, i pirati provenienti dalle coste balcaniche. Nei secoli la fantasia popolare ha trasformato i bellicosi corsari di origine croata in streghe marine, chiamate Varvuole. Secondo la tradizione le orripilanti streghe hanno lunghi denti appuntiti, capelli di fil di ferro, occhi di pietrafocaia che mandano scintille e gambe nodose di legno. Per difendersi dagli assalti delle orribili streghe, gli isolani strofinavano l’aglio sulle parti metalliche della casa, con particolare attenzione a porte e finestre, e cospargevano gli angoli più bui delle abitazioni con l’acqua santa. Fedele alla tradizione, lo spettacolo si ripete ogni anno alla vigilia dell’Epifania. Il 5 gennaio, al tramonto, lo spettacolo arriva dal mare: dopo l’annuncio dell’araldo, dalla nebbia ecco spuntare le Varvuole a bordo delle “batele”, le tipiche imbarcazioni lagunari. Nei loro cappotti di rete, tra grida agghiaccianti e vorticosi balli, le streghe arrivano sulla terraferma con un solo obbiettivo: portare via i bambini cattivi. Per conoscere tutto il fascino della Grado invernale, il consorzio Promhotels propone diverse offerte soggiorno per Natale e Capodanno nelle migliori strutture dell’isola. Un soggiorno di 2 pernottamenti con trattamento B&B, per esempio, parte da 90 Euro p.p. in hotel a 3 stelle e da 120 Euro p.p. in hotel a 4 stelle. Offerta valida previa richiesta disponibilità hotel. Per prenotazioni: Promhotels Isola del Sole, tel. 0431 82347 oppure 82929, info@promhotels.net, www.promhotelsgrado.com. (nella foto: Grado, “l’Isola del Sole”, vista dall’aereo).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here