La chiusura del padiglione Russia con la mostra sui Romanov di Daphné

0
CONDIVIDI
Padiglione Russia Expo Milano
Padiglione Russia Expo Milano
Padiglione Russia Expo Milano

MILANO. 2 NOV. Con la chiusura dell’ Expo Milano, si chiude anche il Padiglione Russia e la mostra dedicata ai Romanov ed in particolare a Marija Aleksandrovna Romanova, consorte dello Zar Alessandro II, al suo passaggio a Sanremo, nella bella Liguria di fine ‘800.

La raffinata ed interessante collezione di abiti storici, oggetti e stampe dell’epoca, è stata curata da Barbara Borsotto del Museo Daphné di Sanremo da cui proviene la preziosa collezione e Rossella Bezzecchi che ne è stata la promotrice per il Padiglione Russia.

Un video storico dell’epoca, ritraente la famiglia imperiale russa sullo schermo della sala conferenze ha accompagnato l’inaugurazione. La prima tappa di un progetto importante che ha già mosso l’interesse di molti per far si che questa preziosa collezione possa essere mostrata anche fuori dai confini nazionali.

 

In mostra tre grandi vetrine contenenti due abiti sontuosi originali dell’epoca, appartenuti a nobildonne russe contemporanee della Zarina Maria Aleksandrovna, una serie di pannelli che raffigurano l’affresco storico di fine ‘800, oggetti rari con lo stemma della famiglia imperiale Romanov; per arrivare alla contemporaneità di oggi, una particolare realizzazione stilistica in seta della rosa Romanov dell’Atelier, un omaggio che la storica casa di moda sanremese ha voluto dedicare a questa illustre ospite di Sanremo.  Ai Romanov la Maison Daphné, ha voluto dedicare anche un profumo: Bouquet Romanov, gli ospiti illustri ma anche molti visitatori del padiglione Russia hanno avuto il piacere di provarne la fragranza, un profumo cheà porta indietro nel tempo.

Una troupe di Rai Uno, ha filmato ed intervistato le curatrici della mostra, soffermandosi sui particolari degli abiti, e dei reperti storici esposti; l’intervista andrà in onda nei prossimi giorni su: La Vita in Diretta, che segue argomenti di moda e costume.

LASCIA UN COMMENTO