Home Cronaca Cronaca Genova

LA CAMPAGNA “AIUTA IL TUO RESPIRO”. L’IPERCOOP CONTRO LA BPCO

0
CONDIVIDI

incontro-regione-bcpoGENOVA. 9 NOV. Sensibilizzare la popolazione sui danni causati dalla BPCO, la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva, una delle più gravi patologie respiratorie, tuttora orfana di informazione, per favorirne la diagnosi precoce. Questo l’obiettivo dell’iniziativa “Aiuta il tuo respiro”, voluta dall’assessorato alla Salute della Regione Liguria e nata con la collaborazione dell’Asl 3 genovese e Coop Liguria, con il sostegno di Novartis Farma.

I cittadini, con il supporto di un team di pneumologi della Asl 3, hanno potuto testare la salute dei propri polmoni, effettuando una spirometria (esame non invasivo che consente semplici manovre respiratorie tramite il collegamento con la bocca a uno spirometro). Oltre ai check-up gratuiti, che si sono svolti ieri e oggi al centro Ipercoop l’Aquilone di Genova Bolzaneto, gli interessati hanno anche potuto documentarsi sulla patologia, una delle più insidiose a carico dell’apparato respiratorio. «Abbiamo effettuato circa un centinaio spirometrie – dichiara Claudio Francesco Simonassi, direttore del’Unità operativa di Pneumologia della Asl 3 di Genova – e circa il 10% di coloro che si sono sottoposti all’esame è risultato affetto dalla patologia, pur essendone totalmente inconsapevole: queste due giornate confermano la scarsa conoscenza che c’è sulla BPCO. Si tratta invece di una malattia che colpisce circa tre milioni di italiani. Solo a Genova ne soffrono circa 25-30 mila».

La BPCO è una patologia cronica respiratoria che procura un graduale deterioramento della respirazione, causata soprattutto dall’inalazione del fumo di sigaretta o di altre particelle e gas nocivi. Progressiva e irreversibile, la BPCO può portare, più o meno rapidamente, all’insufficienza respiratoria: in questo caso diventa necessaria l’ossigenoterapia, a cui sono attualmente sottoposti circa 62 mila italiani. Spesso la BPCO viene diagnosticata solo quando i sintomi diventano evidenti e la malattia è già in stadio avanzato e quando, ormai, la sua gestione diventa difficile. Ecco perché è fondamentale effettuare la spirometria, specialmente nei fumatori di età superiore ai 40 anni o nelle persone esposte ad altri fattori di rischio e che presentano sintomi come tosse o mancanza di fiato durante lo sforzo fisico.


La prevenzione della BPCO è senz’altro l’arma più efficace, non solo per la qualità di vita del paziente ma anche perché, in un momento economico come quello attuale, un’efficace prevenzione significa poter contribuire a ridurre i costi a carico della sanità. Solo nel 2011, secondo i dati del ministero della Salute, l’impatto economico della BPCO in Liguria ha superato i 5 milioni di euro.

«Iniziative di sensibilizzazione come quella realizzata all’Ipercoop l’Aquilone di Bolzaneto sono estremamente utili – commenta Claudio Montaldo, assessore alla Salute della Regione Liguria – e rientrano nell’ambito di una serie di progettualità che il nostro assessorato ha pianificato anche per il 2014 a tutela della salute del respiro dei cittadini. Si tratta di esperienze di grande valore, come i gruppi di cammino che stiamo svolgendo per le persone anziane. Sul fronte BPCO, stiamo invece lavorando sull’aspetto dell’assistenza ai malati, a oggi ancora troppo ospedaliera. Al contrario, il nostro obiettivo è prenderci carico del paziente seguendolo in un percorso terapeutico gestito sul territorio». «Per Coop Liguria – spiega il presidente Francesco Berardini – questa iniziativa è parte di un impegno costante nella promozione della salute dei propri soci e dei consumatori, che ogni anno si traduce in decine di incontri pubblici su corretta alimentazione, sani stili di vita e prevenzione, in collaborazione con le Asl e con importanti partner quali Lilt, Istituto Gaslini, Università di Genova».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here