Home Non Classificati

L’ EXTRAGETTITO PORTUALE PER LE GRANDI OPERE IN LIGURIA

0
CONDIVIDI

all’articolo 5. Si tratta dell’utilizzo dell’extragettito fiscale prodotto dai porti liguri realizzare le grandi opere infrastrutturali in regione. Il disegno di legge ha iniziato il suo iter in Senato. L’elemento su cui punta il progetto è la crescita del traffico portuale, che genera gettito fiscale, del quale rimangono solo 18 centesimi di diritti per tonnelata negli scali dove questo gettito viene prodotto. Secondo uno studio, la ricchezza prodotta dai porti liguri è stata pari a 22,364 miliardi di euro (e l’attivo per la bilancia dei pagamenti è di 410 milioni di euro). Il fisco ha incassato quasi 4 miliardi di euro, e su questa cifra si può fare leva per l’extragettito. Per quest’anno si prevede di arrivare alla somma di 300 milioni oltre quella destinata alle casse centrali dello Stato. L’extragettito dovrà servire ad aprire dei mutui, e le quote restituite da Roma al territorio ogni anno serviranno come rate di questi mutui contratti per realizzare le infrastrutture. pare che alcuni istituti bancari abbiano già mostrato interesse al progetto. Il sindaco di Genova si è spinta più in là di Burlando, arrivando a proporre l’estensione del progetto a tutte le imprese stabilite nel capoluogo ligure, calcolando l’extragettito rispetto alla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here