L’ AMORE MATERNO TRA DUE TARTARUGHE ABBANDONATE

2
CONDIVIDI
tartarughe

tartarugheSAVONA. 24 GIU. Delle due tartarughe la più grossa di 34 centimetri è una femmina abbandonata in via Nostra Signora del Monte a Savona; la piccola, 13 centimetri, è anche lei femmina ed anche lei abbandonata dai soliti incivili in centro ad Albenga.

I volontari della Protezione Animali hanno soccorse le tartarughe e le hanno ricoverate in un’ampia vasca, provando a metterle assieme; le due bestiole si sono subite affezionate l’una all’altra e stanno quasi sempre vicine, condividendo pacificamente il cibo e le lunghe sieste.

I volontari sperano ora di trovare una famiglia, dotata di giardino con un bel laghetto o uno stagno, che voglia adottare le due tartarughe, naturalmente assieme, per continuare a testimoniare una lezione d’amore, indirizzata ai due individui ignobili che le hanno comprate con superficialità e poi abbandonate.

 

Gli interessati potranno rivolgersi alla sede ENPA di via Cavour 48 r a Savona, da lunedì a sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, telefono 019 824735.

L’ ENPA rilancia l’appello a chi intende acquistare una tartaruga d’acqua: valutare attentamente se si è in grado di accudirla per tutta la sua vita, altrimenti l’unica cosa da fare è quella di rinunciarvi.

2 COMMENTI

  1. Dire che il giornalista ha le idee confuse è un complimento. I rettili non provano “emozioni” come amore, affetto, gelosia ecc… Ma vabbè questo articolo rappresenta alla perfezione tutto ciò che è il giornalismo italiano.

  2. Gentile Sig. Pietro, mamma mia quanta fiscalità e polemica. Diciamo che questo articolo non “rappresenta la perfezione del giornalismo italia”, bensì è volto a sensibilizzare l’opinione pubblica a non abbandonare gli animali, pratica purtroppo estremamente diffusa.

    Cordialità

    L.B.

LASCIA UN COMMENTO