Kavo, fumata grigia: accettati 50mila euro a cranio di buonuscita

1
CONDIVIDI
Kavo Promedi, ai lavoratori offerti 50 mila euro per l'esodo
Kavo Promedi in via del Commercio a Nervi chiusa per sempre
Kavo Promedi in via del Commercio a Nervi chiusa per sempre

GENOVA. 23 MAR. Lavoro addio. Genova perde un altro pezzo.

Fumata grigia oggi in Confindustria per risolvere il problema dei lavoratori di Kavo Promedi a Nervi. L’azienda multinazionale tedesca ha offerto 50mila euro a cranio come indennizzo di buonuscita ai 15 lavoratori genovesi, che hanno accettato. A tale somma si deve aggiungere Tfr e l’indennità di preavviso licenziamento.

Lo scorso 6 febbraio, con un blitz, l’azienda aveva cominciato a sbaraccare la sede di via del Commercio, ma poi erano intervenuti i sindacati e gli assessori comunale Piazza e regionale Rixi. I 15 lavoratori saranno ufficialmente licenziati il prossimo primo aprile e quindi saranno inseriti nelle liste di mobilità.

 

I sindacalisti hanno detto che l’indennizzo è una “boccata d’ossigeno” per i lavoratori, ma non risolve il problema della mancanza di occupazione e sviluppo in città.