Juve-Samp, Giampaolo “Abbiamo regalato troppo”

2
CONDIVIDI
Giampaolo

GENOVA 27 OTT.  Usa la sincerità Marco Giampaolo al termine della partita di Torino, perché non c’è modo migliore di spiegare un k.o. di questo tipo: «La Juventus è di un’altra categoria, sotto tanti punti di vista: fisico, tecnico, esperienziale. Queste sono gare difficili, bisogna essere onesti e dire che tra noi e loro c’è differenza. Dobbiamo rimproverarci la partenza e poi avremmo potuto fare meglio sul 2-1, quando ci siamo aperti uno spiraglio per rientrare. Abbiamo regalato il terzo e il quarto gol, che hanno chiuso ogni possibilità».

Sostituzioni. Qualche cambio stasera, magari anche troppi. «Oggi avevo bisogno di forze fresche – ribatte con grande lucidità il mister -, senza fare cambi avrei praticamente ammazzato fisicamente i miei giocatori. C’erano in campo tanti giovani, che hanno fatto vedere delle qualità notevoli. Hanno vissuto un’esperienza importante, che gli servirà in futuro». Attacco rivoluzionato. «Budimir e Schick avevamo speso tanto – conclude -, perché la Juve ti fa correre moltissimo; quindi ho inserito Muriel e Quagliarella per cercare di essere ancora in partita, ma il gol di Pjanic ha di nuovo fermato ogni possibilità di rimonta».

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO