Italian Cruise Day a La Spezia con i big del settore

0
CONDIVIDI
Italian Cruise Day a la Spezia

GENOVA. 30 SET. La sesta edizione di Italian Cruise Day, che quest’anno si svolge alla Spezia, rappresenta un appuntamento di altissimo livello che riunisce tutti i principali operatori dell’industria crocieristica nazionale per una approfondita analisi sullo stato di salute del settore.

Un cluster che conferma la sua importanza all’interno di quello più ampio della portualità italiana in generale, con una crescita di traffico crocieristico che conferma il nostro paese come principale meta di destinazione in Europa e nel  Mediterraneo. Secondo le ultime stime di Italian Cruise Watch in Italia, a fine 2016, saranno circa 11,4 milioni i crocieristi movimentati (+2,78% sul 2015) con circa 5mila scali nave (+3,5%).

Lorenzo Forcieri Presidente LPA: “Anche quest’anno, con grande soddisfazione, possiamo affermare che la portualità ligure nel settore del trasporto passeggeri, così come avviene già in quello mercantile, rappresenta in Italia e nel Mediterraneo un sistema d’eccellenza, in grado di movimentare circa 2,6 milioni di passeggeri crocieristi, pari al 23% del mercato italiano. Una leadership quindi consolidata per il quarto anno consecutivo e che premia l’attenzione e gli investimenti che in questi anni sono stati portati avanti dai porti liguri per migliorare ed integrare al meglio un’offerta in un mercato altamente competitivo come quello del bacino del Mediterraneo”.

 

SAVONA, secondo le stime di Risposte Turismo per il 2016, movimenterà poco meno di 980mila di passeggeri. Nei primi 9 mesi, i dati indicano un numero di passeggeri movimentati pari a 561.229,  di cui 201.904 sono i rimasti  a terra per tutta la giornata.   “Le previsioni per il 2017 – ha commentato il presidente del Porto di Savona Gian Luigi Miazza – sono ugualmente confortanti e prevedono una crescita che dovrebbe portare i porti liguri attorno ai 2, 500 milioni di crocieristi. Nonostante previsioni internazionali indichino un lieve decremento del numero di crocieristi sulle rotte del Mediterraneo e un impegno delle compagnie armatoriali sul mercato asiatico, i nostri porti rimangono una prima scelta importante per i passeggeri che scelgono di viaggiare in primavera e autunno”.  Prospettive  positive che possono far conto su nuove infrastrutture materiali e immateriali che la città mette a disposizione di compagnia e passeggeri.

“Savona ha migliorato l’accesso pedonale all’area della vecchia Darsena dove si trovano i 2 Palacrociere di Costa . E’ stato inaugurato il primo tour a piedi della città, poi ancora  potenziato il sistema museale con l’aggiunta del museo della Ceramica e del museo di Apple che vanno a completare l’offerta della famosa Pinacoteca e della visita della Cappella Sistina – ha dichiarato Miazza”.

“Savona , Genova e La Spezia possono giocare l’importante partita turistica unendo gli sforzi di porti e enti locali per creare il miglior sistema regionale dedicato alle crociere mettendo in rete l’offerta turistica da levante fino al Ponente ligure”.

GENOVA è oggi un importante realtà del mercato delle crociere ed un porto base tra i più utilizzati per itinerari di vacanza verso il Medio Oriente, il Nord Africa, il Mediterraneo, il Nord Europa e le Americhe.

Lo scalo genovese dedica ai passeggeri nel suo complesso (crociere e traghetti) 290.000 metri quadri di superficie e comprende dodici accosti per circa 3000 metri di banchine. L’area riservata alle crociere è articolata su due terminal. Ponte dei Mille e Ponte Doria. Il terminal crociere di Ponte dei Mille ricopre una superficie totale di 16mila metri quadri e si sviluppa su tre piani. Il terminal può ospitare contemporaneamente due navi da crociera di ultima generazione con un movimento complessivo fino a 10.000 passeggeri e presenta una banchina di circa 340 metri di lunghezza adeguata ad ospitare le navi di ultima generazione. Ponte dei Mille è dotato anche di un accosto di circa 290 metri lungo la parte di levante dello storico edificio. Il terminal crociere di ponte Andrea Doria ha una superficie complessiva di circa 11.000 mq e  sviluppati su due livelli e presenta due accosti di circa 300 metri ciascuno. L’area passeggeri è situata nei pressi del centro città, a 200 metri dalla stazione ferroviaria e dista solo 5 km dall’aeroporto internazionale Colombo. Il commissario dell’Autorità portuale di Genova, ammiraglio Giovanni Pettorino ha detto: “Gli ultimi investimenti approvati sulle nuove passerelle di fatto attrezzano Stazioni Marittime per ogni nave in circolazione nel Mediterraneo da qui ai prossimi decenni. Genova sta rispondendo bene e gli effetti si vedono: il settore crea in città un giro d’affari superiore ai 120 milioni di euro”.

Le previsioni di traffico del 2016 dicono che Genova movimenterà oltre un milione di passeggeri.

LA SPEZIA è lo scalo con la più recente tradizione nel settore delle crociere ma ciononostante, in pochi anni, ha saputo caratterizzarsi come nuovo porto di sbarco con forti capacità attrattive e questo grazie anche ad una posizione geografica baricentrica rispetto alle principali destinazioni del centro nord Italia. Per questo sono  state intensificate negli ultimi anni una serie d’iniziative che, in attesa della realizzazione  del nuovo molo crociere e stazione marittima alla calata Paita, hanno permesso di accogliere le navi passeggeri di ultima generazione attraverso l’utilizzo dell’accosto ovest del molo Garibaldi, con una banchina a disposizione di 627 metri lineari ed ampi piazzali di sosta e transito bus per i croceristi.

Nello  stesso tempo, oltre alla ristrutturazione dell’ex sede della Dogana, trasformata nel 2013 in primo punto di accoglienza per i passeggeri, dal settembre 2015  è divenuto operativo anche il nuovo Golfo dei Poeti-Cinque Terre Cruise Terminal PORT OF LA SPEZIA di Largo Fiorillo che,  con  una  superficie  interna  di  1450 mq,  20 postazioni per il check in, 16 desk per i servizi vari, consente le operazione di imbarco  e  sbarco dei passeggeri secondo i più alti standard richiesti dal mercato.

Nel  corso  del  2015  sono  transitati alla Spezia circa 656mila passeggeri, di cui quasi 100mila in home port, registrando  un  ulteriore record del settore con un incremento del 38% sul 2014. Nel 2016 sono attesi alla Spezia un totale di circa 550mila passeggeri con 147 scali nave. Hanno fatto scalo inaugurale al molo Garibaldi la Harmony of the Seas della Royal Caribbean, la Mein Shiff 4 della TUI Cruises, la MSC Fantasia, l’AIDA Stella e la Mein Shiff 5.

 

LASCIA UN COMMENTO