Italia-Irlanda, Conte “Vogliamo dare continuità alle vittorie”

0
CONDIVIDI
Antonio Conte
Antonio Conte
Antonio Conte

GENOVA 22 GIU. Antonio Conte predica umiltà e massima attenzione alla vigilia del match con l’Irlanda, una sfida che non vale per la classifica del girone, ma che può contribuire ad aumentare la fiducia del gruppo. E guai a pensare già agli ottavi di finale: “Dopo la gara con la Svezia – confessa il Ct in conferenza stampa – ho cambiato idea su alcune situazioni, la squadra ha bisogno di alcuni equilibri e le scelte dimostreranno quanto ci teniamo alla partita, che non considero inutile e che non servirà a creare titolari e riserve. Dobbiamo essere umili, consci dei nostri mezzi e dei nostri difetti. Abbiamo intrapreso un percorso nella maniera giusta, ma non ci deve far dimenticare da dove arriviamo, saremmo degli stolti a cadere in un tranello del genere. Non dobbiamo mai perdere la strada maestra”.
Anche in occasione dell’ultimo incontro delle qualificazioni europee con la Norvegia, gli Azzurri avevano già il pass per la Francia in tasca, ma questo non influì in alcun modo sulla prestazione: “Abbiamo vinto costringendoli allo spareggio e non si sono qualificati – ricorda Conte – so benissimo che se perdessimo domani arriverebbero delle rotture di scatole e dobbiamo cercare di evitarle”. Con l’Irlanda troverà spazio chi ha giocato meno nelle prime due uscite, a conferma del fatto che il Ct ha la massima fiducia in tutto il gruppo: “Non saranno 9 cambi, non saranno 5, fate un po’ voi la media – annuncia rivolgendosi ai cronisti – queste sono gare spartiacque anche all’interno del gruppo. Non ci sono titolari e riserve, ci sono 23 giocatori che vincono o perdono, insieme a me e allo staff. Mi aspetto una prestazione da squadra”. Sicuramente non sarà della partita Antonio Candreva, infortunatosi con la Svezia all’adduttore destro: “Oggi ha fatto un buon lavoro sul campo – sottolinea il Ct – ho fiducia sul suo recupero per la prossima gara, ma valuteremo anche soluzioni alternative”.

Prima di entrare in sala stampa il Commissario tecnico azzurro ha effettuato un rapido sopralluogo sul campo e ha potuto valutare in prima persona le pessime condizioni del terreno di gioco: “E’ un Europeo organizzato molto bene, ma questo campo non è all’ altezza della situazione. Non mi piace però dare alibi ai giocatori perché il campo sarà lo stesso per noi e per l’Irlanda

LASCIA UN COMMENTO