Home Cronaca Cronaca La Spezia

Inviato di Striscia a Coisp: fate lavoro difficile, ma la gente è con voi

0
CONDIVIDI
L'inviato di Striscia Luca Abete con i poliziotti del Coisp Liguria

LA SPEZIA. 13 DIC. “Grande successo per il raduno annuale del COISP Liguria con graditissime sorprese, prima fra tutte l’intervento dell’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete e momenti di vera e profonda commozione. Ora siamo pronti per un altro anno di battaglie sindacali all’insegna dei Congressi Provinciali e Regionale  con tema trainante il  #COISPARLANDO  che ha decretato la mancanza di strumenti idonei per intervenire in tutta serenità’ a difesa della legalità e della cittadinanza, quale problematica da cercare di risolvere con tutte le nostre forze nel 2017”.

Così Matteo Bianchi leader ligure del COISP regionale commentando la riuscita del raduno annuale del COISP Liguria svoltosi ieri sera a La Spezia presso i locali del ristorante Sottosopra.

“Numerosi i colleghi intervenuti da tutta la Regione Liguria in rappresentanza delle varie Segreterie Provinciali con la graditissima aggiunta degli amici del COISP di Alessandria capitanata dal loro sempre attivissimo, nonché grande amico e sostenitore di battaglie sindacali comuni, il Segretario Carlo Rosso. Numerosi anche gli esponenti della politica, del giornalismo locale e regionale nonché semplici amici di nuova e vecchia data, segno che ormai il raduno annuale del COISP Liguria è molto sentito anche da chi Poliziotto non è e questo non può far altro che farci un immenso piacere e riempirci d’orgoglio.


Dopo i saluti ed i ringraziamenti iniziali di rito e la presentazione ufficiale del #COISParlando con l’esposizione delle tre problematiche più sentite da parte dei poliziotti liguri (fatiscenza delle strutture, problematiche legate all’immigrazione, mancanza di strumenti idonei per intervenire in serenità e sicurezza), la serata è subito decollata con l’intervento dell’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete che ci ha ringraziato del tanto inaspettato, quanto sorprendente invito facendoci sentire e toccare con mano la sua vicinanza alle Forze dell’Ordine ed alla Polizia di Stato per il difficile lavoro che svolgiamo quotidianamente.

Abbiamo voluto quindi rinsaldare questa nuova amicizia consegnando una targa quale segno del reciproco rispetto e ammirazione per le difficili battaglie che quotidianamente devono essere affrontate da entrambe le parti e proprio il presidente  dell’associazione “Amici del COISP”, nonché collega e  quadro sindacale, Antonio Frisullo ha avuto il piacere di consegnare tale targa. La serata è proseguita con diversi interventi da parte di importanti esponenti della politica locale e regionale tra cui: l’Assessore del Comune di La Spezia Corrado MORI i consiglieri Maurizio FERRAIOLI e Maria Grazia FRIJIA, il Sindaco del Comune di Follo (SP) Giorgio COZZANI il Vice presidente del Consiglio Comunale di Genova Stefano BALLEARI , il Consigliere Regionale Andrea COSTA e l’Assessore Regionale Gianni BERRINO  i quali hanno ribadito la loro vicinanza alla Polizia di Stato ed alle Forze dell’Ordine facendo intendere che faranno tutto quanto è in loro potere per realizzare in primis interventi locali per favorire l’operato delle Forze dell’Ordine stesse nonché sensibilizzare anche la politica nazionale affinché finalmente si cambi rotta e si torni ad investire seriamente in un settore molto delicato ed importante quale è quello dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Un lungo applauso carico di commozione ha poi ricordato con grande affetto il collega Rosario Sanarico venuto disgraziatamente a mancare quest’anno mentre stava svolgendo il proprio lavoro che amava; alla moglie ed al figlio, intervenuti alla cena rendendoci un grande onore, è stata consegnata un targa commemorativa per ricordare “Sasà”. Un grande uomo, un esemplare padre di famiglia nonché un grande Poliziotto come se ne vedono pochi. Il sindaco di Follo (SP) Giorgio Cozzani , tra le altre cose, ha promesso che farà tutto ciò che è in suo potere per poter intitolare quanto prima una strada della sua città al collega Rosario che lì viveva con la famiglia. Per motivi familiari non è potuta intervenire anche la moglie di Diego Turra, un altro grande collega  purtroppo anche lui prematuramente deceduto quest’anno mentre svolgeva il proprio servizio, per ritirare la targa in memoria del nostro caro amico”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here