INVESTIMENTO ROMA. I GIOVANI ARRESTATI NON PARLANO

11
CONDIVIDI
incidente-roma

incidente-romaROMA. 2 GIU. Continuano le indagini nella capitale per verificare la presenza di un quarto uomo nell’ auto pirata che mercoledì scorso ha travolto nove persone a Roma, uccidendo la colf filippina Corazon Abordo.

Così dopo l’immediato arresto di una 17enne e il successivo arresto dei due fratelli, di 17 e 19 anni di cui uno marito dell’arrestata, gli investigatori stanno ascoltando testimoni e raccogliendo nuovi elementi sulla possibile presenza di un quarto uomo.

E Già domani dovrebbero esserci gli interrogatori di garanziadei due fratelli, di 17 e 19 anni, dopo che, in questura, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

 

Secondo gli investigatori alla guida dell’auto ci sarebbe stato il 17enne con l’auto usata abitualmente dallo stesso.

Sembra che i due si nascondessero nella vegetazione in un campo nei pressi della scuola di quartiere e sono stati accusati di omicidio volontario.

La ragazza a nome della famiglia ha anche detto di voler incontrare i parenti della vittima per chiedergli scusa e chiedere loro perdono.

11 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO