Home Cronaca Cronaca Genova

Invasione migranti: Reparto Mobile in assetto antisommossa circonda la questura

20
CONDIVIDI
Georgiani fermati dalla polizia durante possibile sopralluogo in albaro

GENOVA. 5 APR. Forti tensioni la scorsa notte e nelle prime ore di stamane davanti alla questura di Genova per la presenza di un maxi gruppo di un centinaio di stranieri, in attesa di ricevere il numero per accedere all’Ufficio Stranieri e sbrigare le pratiche di immigrazione. Per evitare che la situazione degenerasse, gli agenti sono stati costretti a chiedere l’intervento dei colleghi del Reparto Mobile in assetto antisommossa e sospendere la distribuzione dei biglietti con i numeri di accesso.

“Stanotte nei pressi dell’entrata secondaria della Questura di Genova – ha spiegato il segretario provinciale del sindacato di polizia Siap, Roberto Traverso – si è nuovamente ripresentata la criticità dovuta al flusso di migranti richiedenti asilo politico.

La Questura di Genova paga lo scotto di una gestione mal calibrata dei rapporti tra le istituzioni competenti e le associazioni di riferimento che sono nate come “funghi” sul territorio genovese. Situazione che riversa carichi di lavoro enormi su un assetto organizzativo e logistico che non riesce a reggere ai ritmi ed ai risultati ai quali la Prefettura è stata abituata in questi anni, visto che nel frattempo la richiesta di “asili” è aumentata , il personale diminuisce ed ovviamente invecchia.


Da un approfondimento del fenomeno il SIAP ha appreso che durante la settimana, l’ufficio “Asili Politici” dell’Ufficio Immigrazione della Questura, dedica il mercoledì a coloro che non sono gestiti direttamente dalle Associazioni di riferimento e che in quel giorno si riescono a trattare al massimo 25 pratiche. Mentre durante gli altri giorni della settimana l’ufficio è impegnato continuamente per gli appuntamenti fissati con le Associazioni di riferimento.

Emerge impietosamente che il numero del personale addetto all’Ufficio risulta assolutamente insufficiente per la mole importante di lavoro che sta aumentando in modo esponenziale e la soluzione che sembrerebbe essere stata individuata per tamponare il fenomeno, ovvero quella di dilazionare nel tempo gli appuntamenti, non sarebbe adeguata in quanto, se venisse adottata, andrebbe a creare ulteriori carichi di lavoro ad un ufficio ormai al collasso.

Ogni martedì notte intorno alla Questura di Genova va in scena una rischiosa e penosa situazione umana che deve essere gestita dal personale della Polizia di Stato che di fatto, viene chiamato a far rispettare addirittura l’ordine pubblico, visto che ci si trova di fronte a centinaia di persone che cercano in ogni modo di accaparrarsi uno dei 25 appuntamenti a disposizione (a tal proposito il SIAP ha chiesto che per il servizio odierno venga corrisposto, a chi compete, l’indennità di O.P. al personale delle “volanti” ed a quello “nucleo servizi” che garantisce la vigilanza passiva della questura)

Riteniamo si tratti di una situazione inaccettabile per l’immagine Istituzionale della Questura di Genova e che sarebbe davvero assurdo che l’intervento odierno del 6° Reparto Mobile possa diventare la futura soluzione strutturale al problema, visto che il fenomeno è di tipo sociale ed interessa la città di Genova e non solo della Polizia di Stato.

Pertanto, oltre a chiedere un immediato rafforzamento del personale dell’Ufficio Immigrazione, il SIAP ribadisce che la problematica debba essere affrontata con urgenza dalla Prefettura di Genova, attivandosi da subito per rendere più funzionale e strutturale il rapporto istituzionale con le Associazioni convenzionate che dovrebbero far “rete” sul territorio in modo organico ed omogeneo con il Comune di Genova al fine di garantire un adeguato supporto sociale ad un fenomeno che sta assumendo dimensioni davvero preoccupanti”.

 

20 COMMENTI

  1. Al giorno tutti seduti al sole alla Foce con il cellulare di ultima generazione in mano….e questi sarebbero i profughi.

  2. MA E’ POSSIBILE CHE TUTTI STANNO DIETRO A QUESTI FINTI ” RIFUGIATI “????? È possibile che vengano accettati questi comportamenti e tutte le loro pretese ??? È possibile che X i bambini che muoiono tutti giorni nessuno muove un dito e invece X questi elementi di persone tutti si danno da fare , alloggi,paghette,mangiare ,vestiti ,ospitalità pretesa da tutti ?

  3. Oggi Pomeriggio, ci sarà un raduno presso la prefettura,per sapere suiia proposta di creare presso SAN Benigno un centro Accoglienza Migranti. Patrocinato Dal Municipio Centro Ovest . Speriamo che non succeda Niente di Grave !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here