Interrogazione di Rosso per i wifi negli ospedali

0
CONDIVIDI
il wi-fi arriva all'Ospedale san Martino
Matteo Rosso ha presentato un’interrogazione sull’assenza del wifi nelle principali strutture sanitarie della regione
Matteo Rosso ha presentato un’interrogazione sull’assenza del wifi nelle principali strutture sanitarie della regione

GENOVA. 8 SET. Matteo Rosso, presidente della commissione Salute e capogruppo di Fratelli d’Italia-AN in Regione Liguria, ha presentato un’interrogazione sull’ assenza del wifi nelle principali strutture sanitarie della regione, in particolare all’ ospedale San Martino di Genova.

«In tre anni la giunta Burlando non è riuscita a onorare la legge regionale approvata nel 2012, su mia precedente proposta, che dispone l’accesso alle connessioni internet senza fili nelle aziende sanitarie e strutture convenzionate. Auspico che si potrà in tempi brevi rimediare a quanto non è ancora stato fatto e poter finalmente dare la possibilità ai tanti pazienti liguri, e non solo, ricoverati nelle nostre strutture sanitarie di poter collegarsi a internet per passare il tempo durante le lunghe attese tra una visita e l’altra o durante il periodo di degenza».

Così interviene Matteo Rosso, presidente della commissione Salute e capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Liguria, che annuncia la presentazione di un’interrogazione in consiglio regionale “per sapere se è intenzione di codesta amministrazione intervenire affinché la Direzione generale dell’Ospedale San Martino applichi la legge in modo tale che la connessione wireless sia presente in tutti i reparti nell’interesse dei pazienti”.

 

Matteo Rosso, durante la scorsa legislatura, era stato promotore e primo firmatario della legge regionale “per l’accesso dei pazienti alle connessioni internet senza fili, connessioni wireless, nelle strutture sanitarie pubbliche e convenzionate” poi recepita e approvata dalla precedente giunta nella legge regionale N.25 del 30 luglio 2012. «È stata una grande vittoria che purtroppo la giunta Burlando ha lasciato come lettera morta nonostante le mie continue sollecitazioni – commenta Rosso – il risultato è che a oggi in moltissimi reparti per esempio del San Martino, il primo ospedale della Liguria, non è disponibile un accesso alla rete e pertanto è a tutti gli effetti fuori legge. Pensiamo al giovamento che ne potrebbero trarre i pazienti del reparto di nefrologia dove devono stare tante ore per effettuare le dialisi. Ma in generale tutti i pazienti e i loro parenti che potrebbero trarre un po’ di sollievo magari navigando su internet, scaricando la posta oppure comunicando con gli amici attraverso i social. Rendere accessibili le reti wireless, già presenti, ai degenti è un’operazione a costo zero che però avrebbe un immediato impatto positivo per migliaia di pazienti e darebbe un forte segnale di sensibilità e di accoglienza verso i malati e i loro cari».

LASCIA UN COMMENTO