Home Politica Politica Genova

INTERROGAZIONE DI DELLA BIANCA SULLA TELEFONATA AL 118 PER L’INCIDENTE ALLA TORRE PILOTI

0
CONDIVIDI
spese pazze raffaella della bianca

della bianca, 118

della_bianca_raffaellaGENOVA. 19 NOV. Raffaella della Bianca del Gruppo misto-Riformisti italiani, ha presentato un’interrogazione sul tragico incidente accaduto nel porto di Genova il 7 maggio scorso quando la torre piloti venne distrutta dalla portacontainer della “Messina” Jolly Nero provocando la morte di 9 persone e ha ricordato la telefonata ad un operatore del 118, di un uomo che, in modo preciso, ha descritto la terribile sequenza dell’incidente avvenuto al porto di Genova, chiedendo un tempestivo intervento.

«Quell’operatore del 118 – ha detto della Bianca – ha perso minuti preziosi prima di dare l’allarme, continuando a ripetere le stesse domande all’uomo che nel corso della telefonata aveva descritto perfettamente, già da subito, la dinamica dell’impatto. Mi domando come venga formato il personale del 118 se, di fronte a simili emergenze, gli operatori perdono tempo prezioso a scapito della salvezza di vite umane».


In aula Della Bianca ha ribadito che l’episodio fa sorgere perplessità in merito alla formazione degli operatori del 118 e su questo ha chiesto chiarimenti.

Per la giunta ha risposto l’assessore alla salute, Claudio Montaldo: «Rispondo con i fatti, che credo siano la dimostrazione migliore di come funziona il nostro servizio e di come lavorano le persone preziose che vi operano. – ha detto – La chiamata è arrivata alla centrale operativa alle ore 23 e 35 secondi del 7 maggio 2013. E’ stata presa in carico in due secondi. La durata complessiva è stata di 67 secondi. La centrale operativa 118 ha attivato dieci ambulanze e due auto mediche. Alle ore 23 e 7 minuti e 14 secondi è arrivata sul posto la prima ambulanza, alle ore 23 e 13 minuti la prima auto medica».

Montaldo ha inoltre chiarito: «In merito alla formazione del personale del 118 si precisa che il sistema di intervista al chiamante utilizzato dal 118 ligure è il “Medical Priority Dispatch (MDP), sistema certificato internazionale. Tutti gli operatori hanno seguito un corso iniziale di 3 giorni per un totale di 24 ore con valutazione finale. Durante il corso i partecipanti imparano ad individuare la corretta causa principale, ad assegnare risorse adeguate, a comunicare efficientemente tra soccorritori e chiamanti, a gestire utenti “difficili” e forniscono, quando necessario, istruzioni pre-avvio del mezzo di soccorso.
Tutti gli operatori ricevono regolarmente un feedback attraverso valutazioni delle chiamate, ricevuto attraverso altre fonti osservazione diretta. Sono previsti e realizzati corsi di aggiornamento».

Della Bianca ha replicato che non voleva porre l’attenzione sul singolo episodio ma sulla formazione degli operatori del 118.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here