Insicurezza sui bus, Tursi: mezzi senza telecamere colpa di Burlando

9
CONDIVIDI
L'assessora comunale Anna Maria Dagnino con il direttore generale Amt Stefano Pesci

GENOVA. 3 OTT. Mezzi pubblici senza telecamere. Autisti Amt aggrediti e lasciati soli, alla mercè dei delinquenti. L’assessora comunale Anna Maria Dagnino l’altro giorno ha annunciato su Facebook che arriveranno 16 bus, non nuovi di zecca, ma acquistati usati dalle Poste svizzere. Non si sa la ancora la data precisa, ma è certo che finora nelle rimesse non si siano ancora visti. Inoltre, ieri l’assessora Dagnino ha replicato polemicamente alla consigliera comunale Cristina Lodi sul tema della sicurezza per i dipendenti di Amt.

“Cara Cristina Lodi – ha detto la prof. Dagnino – ci vogliono bus nuovi con tutti i dispositivi di sicurezza. Dei bus che la regione ha promesso nel 2013….ne sono arrivati 16! Sono state chiuse le cabine di 123 veicoli e sono in corso gli interventi su altri 182, ma sui bus vecchi non sempre si può e non si possono mettere le telecamere. Basta lo si doveva dire alla Regione quando non ha rispettato gli accordi!”.

 

9 COMMENTI

  1. non servono le telecamere…ci vogliono pene certe e mesi di galera a pane e acqua….. altro che arretrati e rimessi in libertà con relativa denuncia con al quale si ci puliscono il deretano o.-

LASCIA UN COMMENTO