Ingresso libero con pienone, domani focaccia gratis e il 5 si vota

0
CONDIVIDI
Lunga fila per il concerto gratuito del 2 giugno al carlo Felice: pienone e standing ovation per l'Inno di Mameli
Lunga fila per il concerto gratuito del 2 giugno al carlo Felice: pienone e standing ovation per l'Inno di Mameli
Lunga fila per il concerto gratuito del 2 giugno al carlo Felice: pienone e standing ovation per l’Inno di Mameli

GENOVA. 2 GIU. Pienone e standing ovation dei genovesi per l’Inno di Mameli suonato stasera al Carlo Felice dalla grande orchestra, diretta dal maestro Marcello Rota. Il clou per le celebrazioni del 70° anniversario della nascita della Repubblica italiana a Genova è stato seguito da migliaia di cittadini, anche attraverso la diretta di Primocanale.

Il concerto annullato per il maltempo in piazza De Ferrari si è tenuto all’interno del Teatro, preso d’assalto da una composta fila di persone, che si è snodata intorno all’edificio. E’ cominciato con un’oretta di ritardo per sistemare le ultime attrezzature trasportate dall’esterno all’interno, ma va bene così. Anche perché l’ingresso era libero: gentilmente offerto da Teatro Carlo Felice e Regione Liguria.

A fare gli onori di casa il governatore  Giovanni Toti, il sindaco Marco Doria e il prefetto Fiamma Spena. Il maxi schermo di De Ferrari ha trasmesso alcune immagini e la fontana è stata spenta da Tursi per l’evento, smorzando così le polemiche sulle manifestazioni nella magnifica piazza di Genova. Toti ha spiegato che la nostra Repubblica è democratica e fondata sul lavoro, che oggi scarseggia, ma alla vigilia delle elezioni amministrative ha anche ricordato che andare a votare è un diritto-dovere.

 

Per domani è in programma un altro evento, con la distribuzione di una delle nostre leccornie: in piazza De Ferrari, a partire dalle 20, saranno servite 2500 porzioni di focaccia col formaggio “per festeggiare il marchio Igp di Recco”.

Ha spiegato Toti: “Si tratta di un’iniziativa organizzata dalla Regione, che fa parte del programma di manifestazioni intitolato La mia Liguria”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO