Home Cronaca Cronaca Italia

INDAGATI IL DIRETTORE DEL SECOLO XIX E UN CRONISTA PER UN’ INCHIESTA GIORNALISTICA

0
CONDIVIDI
INDAGATI IL DIRETTORE DEL SECOLO XIX E UN CRONISTA PER UN INCHIESTA GIORNALISTICA

io. Si tratta del materiale relativo alle vicende sul calcio scommesse.
In una nota che pubblichiamo, risponde compatto l’Ordine dei Giornalisti, l’Associazione e il Gruppo Cronisti della Liguria.
-L?iniziativa della magistratura si scontra per l?ennesima volta con la scelta di chi nel mondo dell?informazione e in diverse testate non rinuncia a fare il giornalista senza rimanere seduto a una scrivania o accettando i tempi dei comunicati ?ufficiali? e le verit? ?che si vorrebbe fossero pubblicate a comando?.
Il sindacato dei giornalisti come ha ribadito ieri il Presidente della F.N.S.I Franco Siddi ? al fianco, non solo formalmente, dei colleghi del SECOLO XIX e di tutti i giornalismi che non rinunciano a svolgere loro professione nelle testate per le quali lavorano.
A Genova in particolare le vicende delle indagini sui fatti del G8, su alcuni drammatici fatti di cronaca e sul recente scandalo del calcio scommesse hanno visto e continuano a vedere molti giornalisti finiti sotto inchiesta.
Pur rispettando e difendendo l?autonomia e le prerogative della magistratura, a sua volta al centro di pesanti attacchi politici e riforme non del tutto condivisibili, il sindacato, l?ordine e il gruppo cronisti non possono condividere o tollerare iniziative che suonano sempre di pi? come una insofferenza nei confronti di chi, facendo il giornalista, sceglie di rispondere al proprio obbligo professionale di fare informazione.
Ed ? per questo che come sindacato, ordine e gruppo cronisti rilanciamo la necessit? di un confronto con le rappresentanze della magistratura a livello locale e nazionale- A firma congiunta di Marcello Zinola – Segretario Associazione ligure giornalisti Attilio Lugli – Presidente ordine ligure dei giornalisti Giovanna Rosi – Vice presidente Gruppo cronisti liguri.
(nella foto: il Direttore del Secolo XIX, Lanfranco Vaccari, a Genova Palazzo Ducale).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here