Home Cultura Cultura Genova

Incontro sulla valorizzazione delle fortificazioni genovesi

0
CONDIVIDI
Il forte Puin. Incontro sulla valorizzazione delle fortificazioni genovesi

GENOVA. 25 MAG. Venerdì 26 maggio, dalle ore 10,30, presso l’Auditorium di Strada Nuova, in vico Boccanegra, gli assessorati Ambiente, Cultura e Patrimonio, propongono un Seminario di ricerche e proposte per lo studio e la valorizzazione del Sistema Difensivo Seicentesco e delle Fortificazioni Esterne, a due anni dal loro trasferimento dall’Agenzia del Demanio al Comune di Genova.

La giornata si apre con gli interventi di Franca Balletti, “Idee di città: ruolo del patrimonio militare in dismissione”; Giorgio Verdiani, “Tecniche digitali di rilievo e rappresentazione per le fortificazioni del Mediterraneo”; Pablo Rodriguez Navarro, “Toviva Project: Torri di avvistamento del Regno di Valencia al tempo di Felipe II”.

Nella sessione pomeridiana presentazione di undici proposte di indagine e approfondimento. Conclude i lavori un confronto, aperto a tutti, sui temi trattati. All’incontro partecipa il sindaco di Genova Marco Doria in qualità di presidente del comitato scientifico.


Nel 2015, grazie alla legge sul federalismo demaniale culturale, è stato sottoscritto l’accordo tra l’Agenzia del Demanio e il Comune di Genova riguardante la fase iniziale del Programma di Valorizzazione del Sistema Difensivo Seicentesco e delle Fortificazioni Esterne, che ha consentito il passaggio di proprietà al patrimonio civico di Forte Begato e, successivamente, di altri 6 importanti manufatti difensivi: Forte Belvedere, Forte Crocetta, Forte Tenaglia, Forte Sperone, Forte Puin, Torre Granara.

Dopo la valorizzazione del Porto Antico e dei Rolli, la città si interroga sul recupero del suo sistema fortificato, che le fa cornice, non solo in chiave turistica, ma anche come raccordo con l’entroterra rurale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here