Home Cronaca Cronaca Genova

INCONTRO IN REGIONE TRA SINDACATI E BURLANDO. OGGETTO FINCANTIERI

0
CONDIVIDI
gincantieri riva trigoso

fincantierilaspezialnGENOVA. 15 OTT. Si è svolta oggi in Regione la riunione tra il  Presidente Claudio Burlando, i Sindaci dei Comuni di Genova, La Spezia e Riva Trigoso e i rappresentanti di Fim Fiom Uilm regionali e territoriali; all’ordine del giorno la preoccupante situazione di carico di lavoro nel comparto militare di Fincantieri.

Fim Fiom Uilm hanno illustrato le proprie posizioni al Presidente Burlando,  contenute nel documento già inviato al Governo dalle Segreterie nazionali, Confederali e di Categoria; le Organizzazioni Sindacali hanno ribadito la necessità che lo stesso ottenga adeguata condivisione da parte del Governo  trovando l’opportuna copertura finanziaria.

Per rinnovare una flotta obsoleta, e per evitare in un futuro non troppo lontano scarichi di lavoro nei Cantieri, è necessario avviare una discussione su quali navi sono indispensabili, oggi, anche in funzione del ruolo che l’Italia ha nel Mediterraneo, nell’accoglienza e nel controllo dei confini marittimi.


Il piano deve essere approvato in tempi brevi, non solo  perché garantisce almeno un decennio di lavoro e di prospettiva a tutti i siti del gruppo FINCANTIERI, e non solo a quelli interessati all’area militare, ma, inoltre, avvia una serie di ricadute positive per tutta l’industria italiana, con conseguenze positive sul PIL Nazionale: il 92 per cento di una nave ingloba occupazione e prodotti Italiani. Naturalmente le ricadute maggiori sono  in Liguria.

Le OO.SS. hanno  quindi chiesto  al Presidente di attivarsi con il Governo per l’avvio di una discussione che porti all’approvazione di un vero e proprio Piano Industriale per la Cantieristica, per il rilancio di tutto il comparto; nel contempo, per tutti i siti del gruppo si terrà uno stato di allerta a difesa dell’idea di pianificare il futuro, per  evitare di vivere alla giornata, in un settore dove il tempo è  elemento fondamentale.

I lavoratori e le Organizzazioni Sindacali di Categoria metteranno in campo tutte le iniziative che riterranno necessarie per tenere in vita i propri cantieri, certi che diventeranno più sicuri se  viene approvato il  piano di rilancio della cantieristica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here