Home Economia Economia La Spezia

Incontro presso la spezzina Cooperativa Mitilicoltori Associati

0
CONDIVIDI
Incontro presso la spezzina Cooperativa Mitilicoltori Associati

LA SPEZIA. 25 MAR. Legacoop Liguria ha promosso, presso la sede della Cooperativa Mitilicoltori Associati di Spezia, un confronto operativo tra i principali soggetti operanti sul territorio spezzino. All’incontro ha partecipato anche la consigliera regionale Stefania Pucciarelli, presidente della Commissione regionale Attività produttive: “Miticoltura è settore importantissimo dell’economia ligure”.

“La mitilicoltura spezzina occupa oltre 100 addetti tra soci e dipendenti fatturando annualmente  circa 5 milioni di euro – ha spiegato Federico Pinza, amministratore della Cooperativa Mitilicoltori Associati. Un dato che era in crescita ma che negli anni  2015 e 2016 ha subito un brusco stop a causa della moria dell’inverno 2015. Ora vogliamo rilanciare la nostra attività. Per rendere questo possibile abbiamo investito ed investiremo a breve in macchinari e nuove tecnologie di  lavorazione.

Operiamo in ambito portuale, siamo indicati a tutti gli effetti quali operatori della portualità spezzina, vorremo quindi essere maggiormente considerati e coinvolti nelle attività che si svolgono all’interno dello stesso, perché siamo i primi a pagare eventuali danni ambientali”.


“Da oltre due anni abbiamo richiesto nuovi spazi esterni alla diga foranea ove estendere le coltivazioni migliorando sicuramente la qualità delle stesse – prosegue Federico Pinza -.  Anche se il  percorso è stato tortuoso la notizia del via libera alla variazione Pud permette ai due Comuni interessati, Lerici e Portovenere, di indire le conferenze dei servizi che dovrebbero portare nel giro di qualche mese all’assegnazione delle concessioni .

“Oggi la mitilicoltura è un segno distintivo di questa parte di Liguria – ha sottolineato Gianluigi Granero, presidente di Legacoop Liguria -. E oggi abbiamo dimostrato che mettendo insieme tutti i principali soggetti che proprio sul territorio operano, possiamo avviare strategie condivise che sono il presupposto fondamentale per garantire la crescita di questa attività. Nonché garantire, nel rispetto dei temi ambientali, la coesistenza di imprese di settori anche molto diversi in un Golfo che ha nella sua unicità uno degli elementi di maggiore attrazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here