Incendi e convenzione VVF, assessore Mai replica alla sinistra: sciacallaggio politico

1
CONDIVIDI
Incendi, corsi unificati di protezione civile ed antincendio boschivo

GENOVA. 8 SET. “Le critiche che ci arrivano dal consigliere Rossetti sono inaccettabili e vergognose, perché strumentalizzano una situazione di grande impegno di decine di volontari Aib, agenti del Corpo Forestale e Vigili del fuoco solo per ritagliarsi un po’ di visibilità politica personale. Ricordo all’ex assessore al Bilancio della giunta precedente che è stato proprio lui a non rinnovare nel 2011, quindi tra i primi atti del proprio mandato, la convenzione con i Vigili del fuoco. Eviti quindi sparate inutili in un momento così drammatico, in cui tutti i soggetti preposti alla sicurezza del territorio stanno dando il massimo”.

Oggi l’assessore regionale all’Agricoltura e allo Sviluppo dell’entroterra Stefano Mai ha replicato così al duro comunicato delle opposizioni in merito al rinnovo della convenzione tra Regione Liguria e Vigili del fuoco.

“Oltre che con i danni ereditati dalla giunta di cui faceva parte Rossetti – ha aggiunto l’assessore Mai – in queste settimane stiamo facendo anche i conti con la scellerata decisione del governo Renzi di cancellare il Corpo Forestale dello Stato, su cui, per altro, permane uno stato di assoluta incertezza normativa. Per garantire un adeguato presidio del nostro territorio, di difesa e controllo degli incendi boschivi e di sicurezza dei cittadini stiamo studiando le modalità di rinnovo, dal prossimo anno, della convenzione con i Vigili del fuoco interrotta 5 anni fa. Se Rossetti, pertanto, sente il bisogno di fare esternazioni. Sarebbe più utile per i liguri se le indirizzasse verso il governo che il suo stesso partito sostiene e facesse anche un doveroso mea culpa sulle scelte prese in passato”.

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO