Incastrati rumeni che truffavano tabaccherie

0
CONDIVIDI
Una tabaccheria: la titolare di quella di via nazionale a Sestri levante non si è fata fregare da uno straniero
Incastrati rumeni che truffavano tabaccherie
Incastrati rumeni che truffavano tabaccherie

LA SPEZIA. 25 NOV. La Polizia ha denunciato due rumeni venticinquenni residenti in Versilia che avevano commesso un mese fa truffe ai danni di due tabaccherie sarzanesi.

LIl sistema truffaldino era semplice: i due entravano in tabaccheria chiedendo di effettuare una ricarica di 400 euro su una carta postepay dopodiché, appena avvenuta la convalida della ricarica, si allontanavano velocemente con una banale scusa senza saldare.

Per rassicurare il tabaccaio circa il loro pronto ritorno lasciavano “in garanzia” un documento rubato.

 

Una volta al sicuro i rumeni prelevavano l’importo ed estinguevano la carta facendo perdere le proprie tracce.

A Sarzana, però, i due hanno trovato una tabaccaia più scaltra che, resasi conto di essere stata truffata, ha inseguito i due malviventi fuori del locale ed è riuscita a prendere il numero di targa del veicolo con il quale si stavano allontanando.

Da lì sono partite le indagini degli investigatori che hanno condotto all’individuazione e alla denuncia dei rumeni.

A verrà loro notificato anche il foglio di via del Questore della Spezia.

LASCIA UN COMMENTO