Home Cronaca Cronaca Italia

INAUGURATO LO STADIO DEL NUOTO AD ALBARO

0
CONDIVIDI
lo Stadio del Nuoto ad Albaro
lo Stadio del Nuoto ad Albaro
lo Stadio del Nuoto ad Albaro

GENOVA. 20 MAR. La cerimonia era stata inizialmente fissata per il 5 marzo, ma il lutto cittadino, proclamato in quel giorno per la tragica morte di un operaio in porto, aveva indotto le istituzioni a rimandare tale inaugurazione.

Oggi, così si è trattato di una vera e propria festa, infatti, dopo ben 16 anni di degrado, l’impianto sportivo viene restituito alla sua città .

A fare gli onori di casa sono stati Alessandro Ghibellini e Luciana Arcangeli, rispettivamente presidente ed amministratore delegato della società “Stadi odi Albaro spa”, oltre, naturalmente, al Sindaco Marta Vincenzi. Presenti inoltre tante autorità cittadine fra cui il presidente del Consiglio comunale Giorgio Guerello e alcuni componenti del Consiglio regionale.


Dopo i primi convenevoli si è passato alla vera  e propria inaugurazione e presentazione dell’impianto esterno e di quello interno che è culminato con uno spettacolo costituito da giochi di luci e un vero e proprio balletto sull’acqua.

Il progetto di recupero della struttura è stato arduo. L’impresa ha provveduto al recupero dell’edificio della piscina coperta, nel rispetto del suo valore storico, essendo vincolato dalla Sovrintendenza ai Beni Architettonici; al restauro delle vasche esterne; alla realizzazione di un centro benessere; alla ristrutturazione dei due corpi esterni sotto le gradinate dotandoli di diverse attività commerciali; alla costruzione di una palazzina che verrà utilizzata come centro servizi; alla costruzione verso nord di un nuovo accesso che permetterà l’entrata diretta nella piscina coperta; al recupero delle aree verdi e alla realizzazione a sud di un autosilo di 2 piani per 120 posti auto sotto piazza Dunant.

Le due vasche esterne, una delle dimensioni di 33,33 metri x 22,77 per un altezza variabile da 2 a 3 metri e l’altra di 50 x 25 metri con un’altezza di 1,8 metri, permetteranno rispettivamente di praticare nuoto, tuffi, pallanuoto, salvamento, sincronizzato l’una e nuoto sincronizzato didattico, campionati italiani di nuoto, salvamento e sincronizzato l’altra.
Quella interna, delle dimensioni di 33,33 x 20,80 metri con una profondità variabile da 2 a 4,5 metri e dotata di gradinate per spettatori permetterà la pratica della pallanuoto, del nuoto sincronizzato e dei tuffi.

L’investimento complessivo dell’opera è stata di circa 15 milioni di euro.

La piscina aprirà i battenti al pubblico il 31 marzo con la possibilità di utilizzare quella al coperto; a partire da giugno verranno utilizzate quelle all’aperto, mentre l’autosilo potrà essere utilizzato a partire da luglio. L.B. (nelle foto Bartesaghi: le vasche all’aperto, quella dentro la palazzina e un momento dello spettacolo).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here