In Ginocchio Storie di mafia ai Giardini Luzzati

0
CONDIVIDI
In Ginocchio, storie di mafia ai Luzzati
In Ginocchio, storie di mafia ai Luzzati
In Ginocchio, storie di mafia ai Luzzati

GENOVA. 27 GEN. Domani sera, giovedì 28 gennaio 2016 alle ore 20 ai Giardini Luzzati torna il teatro. Ma questa volta si tratta di una tematica importante tanto da essere stata promotrice dell’intitolazione della piazzetta sottostante ai Giardini Luzzati a Mauro Rostagno, giornalista e vittima di mafia, avvenuta lo scorso 5 Giugno 2015 alla presenza del Sindaco di Genova Marco Doria, l’Assessore alla legalità e ai Diritti Fiorini e alle massime cariche istituzionali della città.

Si torna infatti a dibattere sul tema della mafia dell’illegalità e delle sue conseguenze sulle vite di tutti noi: ospiti della serata saranno l’associazione LIBERA, molto attiva Il CANTIERE DELLA LEGALITà e l’Associazione AMA e l’Associazione Il CE.STO da sempre impegnate sul territorio nel combattere ogni forma di illegalità, corruzione, violenza fisica e verbale.

Dopo un momento di scambio e riflessione con la cittadinanza dalle ore 20,00 i Giardini Luzzati sono lieti di presentare al pubblico genovese la compagnia teatrale palermitana ULTIMO TEATRO – PRODUZIONI INCIVILI che da anni compie un percorso di studio e ricerca sui fatti di cronaca e di mafia portando in scena testimonianze, verità e storie accadute in Sicilia. Lo spettacolo dal titolo “IN GINOCCHIO, storie di mafia” è scritto ed interpretato da Luca Privitera ed Elena Ferretti per la regia di Sergio Lo Verde e prende spunto da interviste e da indagini condotte dagli autori, che resteranno per sempre anonime.

 

L’ingresso è libero.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO