In due giorni recuperati in 72 operazioni, 10.710 migranti in mare

28
CONDIVIDI
In due giorni recuperati in 72 operazioni 10.710 migranti in mare

ROMA. 5 OTT. La guardia costiera comunica che tra ieri e l’altro ieri  sono sono circa 10710 i migranti recuperati in mare in 72 diverse operazioni di salvataggio coordinate dalla Centrale operativa della Guardia costiera a Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti.

In particolare nella giornata di lunedì 3 ottobre si trovavano a bordo di 32 gommoni, 5 barconi e due zattere, nello specchio acqueo 30 miglia a nord dalle coste della Libia, sulla direttrice di Tripoli. Nel corso delle operazioni sono stati recuperati anche 9 corpi senza vita.

Hanno preso parte ai soccorsi, 3 unità della Guardia Costiera, 2 della Marina Militare operanti nel dispositivo Mare Sicuro e unità di Eunavformed, di Frontex, e delle Organizzazioni Non Governative MSF, SOS Méditerranée, Life Boat, Sea Watch e Boat Refugee.

 

Per due migranti (una donna ed una bambina) che si trovavano a bordo della Dignity 1 (appartenente alla Medici senza Frontiere), si è reso necessario una evacuazione medica effettuata dalla motovedetta CP319 di Lampedusa. I due migranti bisognosi di cure sono stati poi prelevati da un elicottero AW139 del 2° Nucleo Aereo della Guardia Costiera e trasportati direttamente a Lampedusa. Durante il trasferimento, a bordo dell’elicottero, sono stati assistiti da un medico del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta.

In allegato immagini relative al trasporto di due migranti bisognosi di cure, effettuato da l’elicottero AW139 del 2° Nucleo Aereo della Guardia Costiera.

Nelle giornata di ieri, martedì 4 ottobre, le operazioni (33) sono state compiute nello stretto di Sicilia. I migranti si trovavano a bordo di 27 gommoni, 5 piccole imbarcazioni ed 1 barcone. Nel corso delle operazioni sono stati recuperati anche 28 corpi senza vita.

Sono intervenute nelle operazioni: Nave Corsi CP906 della Guardia Costiera, le motovedette CP302 e CP322 della Guardia Costiera di Lampedusa, 1 unità della Marina Militare italiana e 1 della marina militare irlandese, 1 unità del dipositivo Frontex, 1 mercantile, 2 rimorchiatori privati e navi delle ONG: MOAS, Life Boat, Open Arms, Watch the Med.

28 COMMENTI

  1. Penso che nemmeno tutta l’Europa, estesa sino agli Urali, possa “accogliere” tutta l’Africa ( 30.370.000 Kmq con un miliardo e duecento mila anime). Comunque lo stivale italico è abbastanza elastico, pigiando come si pigia un sacco di fagioli, senz’altro ci staranno tutti: come in un barcone “ res nullius” attraccato al molo quarto-mondista…Avanti c’è ancora posto! …Fratelli d’Italia, stringete le chiappe e rovesciate le vostre tasche…https://youtu.be/qBJIs_v1v7U

  2. sempre peggio complimenti tanto poi paghiamo noi in tutto e per tutto con tutto quello che fanno in questo caso i milioni si trovano subito e veloci come un fulmine mentre che per trovare qualche misero soldo per le famiglie in difficoltà italiane ci mettono anni strano che guadagni che fanno coop e politica povera italia

  3. Wow, servizio navetta!!! Ancora qualche mese e LE NOSTRE NAVI ( visto che le paghiamo con le nostre tasse ), si organizzeranno con i bus e li andranno a prendere direttamente sotto casa/capanna/palafitta/albero, così non dovranno nemmeno più bagnarsi i piedi ……e noi muti!!!!

  4. Per coloro che si sorprendono e rimangono allibiti da un comportamento del genere , mi devono spiegare se tra queste ‘poverine’ persone che arrivano e che usufruiscono di tetto, caldo, acqua, cibo, ricarica telefonica, 2,50 € al giorno, wii fi, bici ecc…, ci sono bambini e / o donne malate, affamate, disperate ..se costoro che arrivano non chiedono come prima cosa il wii fi ma si preoccupano di avere una coperta e un piatto di minestra, se costoro arrivano nuotando oppure pagando migliaia di euro agli scafisti e rimpiguando le casse della malavita, se questi possano mai pensare di trovare lavoro , gia’ che non esiste per noi e invece di rubare , o fare delinquenza magari vendendo prodotti contraffatti e dando un danno economico alle nostre attivita’ possano pensare di contribuire alla crescita del Pil di questo paese….
    Se pensate il contrario , non e’ colpa mia..vivete nei sogni e basta !
    La chiamo ipocrisia, e /o interesse in qualche attivita’ correlata oppure non vi e’ ancora bruciato il c***

  5. Non si puo’ avere un governo che fa di tutto per cambiare la fisionomia e civilta’ del paese.Possibile che per i meno abbienti italiani non date niente e agli extra- com li caricate d’ oro.L’Ilalia sta diventando un ghetto. Fate schifo.

LASCIA UN COMMENTO