Home Politica Politica Genova

IMPIANTO PER IL TRATTAMENTO DI RIFIUTI ORGANICI A PONTICELLI

0
CONDIVIDI
rifiuti

rifiutiGENOVA. 20 NOV. Giancarlo Manti del Pd ha illustrato un’interrogazione sul progetto preliminare di un impianto di recupero di rifiuti organici a Ponticelli nel comune di Imperia. L’impianto dovrebbe essere finalizzato alla produzione di compost.

Il consigliere del Pd ha chiesto alla giunta se sia a conoscenza delle dimensioni che dovrebbe assumere l’impianto, dei quantitativi di rifiuti che dovrebbe trattare, delle tecnologie che dovrebbero essere utilizzate e se l’impianto sia compatibile e coerente anche sotto il profilo della sua localizzazione con il nuovo piano provinciale in materia di rifiuti. «Il progetto – ha ricordato Manti – è stato presentato all’Amministrazione provinciale di Imperia dall’azienda AIMERI, società del “Gruppo Biancamano”, e si è già tenuta la Conferenza di servizi in sede referente, quale primo atto per l’approvazione dell’intervento. L’impianto dovrebbe sorgere su un’area che è già stata utilizzata per molti anni come discarica provinciale di rifiuti solidi urbani indifferenziati. Anche per questo motivo – ha spiegato Manti – ogni intervento in questo settore crea uno stato di condivisibile allarme tra gli abitanti della zona. Inoltre la zona, dopo la chiusura della discarica, recentemente è stata oggetto di riqualificazione ambientale».

Per la Giunta ha risposto Renata Briano, assessore all’Ambiente e sviluppo sostenibile: «In questa vicenda occorre fare chiarezza: in merito all’impianto di compostaggio non risulta essere stata presentata alla Regione alcuna procedura di Valutazione di impatto ambientale né alcuna istanza per la realizzazione dell’impianto nella Conferenza dei servizi indetta dalla Provincia lo scorso 11 settembre. E questo nonostante che l’intervento in oggetto, di cui non si conosce per altro il progetto nello specifico, dovrebbe rientrare fra quelli sottoposti alla procedura di Via. Peraltro, dato che nelle intenzioni del proponente l’impianto sarebbe destinato al trattamento della sola  frazione organica dei rifiuti raccolta separatamente, esso dovrebbe rientrare nella pianificazione regionale in fase di elaborazione».


Giancarlo Manti ha replicato: «Dunque ci troviamo di fronte ad un presunto impianto, una cosa aleatoria priva di qualsiasi legittimità dal punto di vista amministrativo. Chiedo all’assessore di prendere le opportune misure e tenere aggiornata l’Assemblea su questa problematica. Quella zona si è sobbarcata per anni una discarica di rifiuti indifferenziati, auspico che non ne debba sopportare altre».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here