Immigrati occupano casa Arte assegnata a disabile: lasciati fare

7
CONDIVIDI
A La Spezia gli immigrati hanno occupato un alloggio delle case popolari assegnato a un poveretto diversamente abile e i responsabili li hanno lasciati fare. Interrogazione di Pucciarelli (Lega)
A La Spezia gli immigrati hanno occupato un alloggio delle case popolari assegnato a un poveretto diversamente abile e i responsabili li hanno lasciati fare. Interrogazione di Pucciarelli (Lega)
A La Spezia gli immigrati hanno occupato un alloggio delle case popolari assegnato a un diversamente abile e i responsabili li hanno lasciati fare. Interrogazione di Pucciarelli (Lega)

LA SPEZIA. 5 APR. Si è assentato per un breve periodo da casa e quando è tornato, l’alloggio che gli era stato assegnato da A.r.t.e. era stato occupato da una famiglia di immigrati. La vittima dell’ingiustizia sociale è un disabile di La Spezia, che ha segnalato il fatto alle autorità competenti, ma per ora è stato costretto a rimanere fuori casa. I responsabili hanno lasciato fare e non sono intervenuti a difesa del concittadino diversamente abile.

Lo spezzino è residente da alcuni anni nell’alloggio delle case popolari di via Napoli e per lui si è mosso anche il consigliere regionale Stefania Pucciarelli, che ha scritto una lettera di fuoco al questore, chiedendo l’immediato ripristino della legalità. La stessa missiva è stata inviata a comandante di vigili urbani, sindaco, amministratore di A.r.t.e. e prefetto di La Spezia affinché la situazione venga risolta al più presto.

«Purtroppo non si tratta del primo caso – ha detto oggi Pucciarelli – e se continuiamo in questo modo non sarà neppure l’ultimo. E’ davvero vergognoso che un legittimo assegnatario di un alloggio di edilizia residenziale pubblica, solo perché per qualche giorno si è assentato dalla propria abitazione, si trovi sbattuto fuori dall’appartamento da famiglie che abusivamente se ne appropriano. Un paio di mesi fa una situazione analoga si verificò nel quartiere del Favaro. Adesso è il caso di questo cittadino diversamente abile che vive regolarmente da diversi anni nelle case popolari di Via Napoli, ma domani sarà il caso di qualcun altro».

 

Il cittadino in questione ha iniziato uno sciopero della sete e della fame da alcuni giorni in segno di protesta per chiedere alle Autorità competenti, a cui ha indirizzato anche una lettera, perché venga ripristinata la legalità così che possa ritornare in possesso del suo appartamento e degli oggetti in esso contenuti.

 

Il consigliere leghista ha presentato un’interrogazione in sede consiliare sulla delicata questione.

 

7 COMMENTI

  1. Non é possibile! …ho sperato con tutte le forze che potesse essere una bufala, purtroppo la notizia é stata pubblicata da troppi giornali per poter continuare a sperarlo….E nessuno é intervenuto…Ma possibile che nessuno abbia il coraggio di andare a buttare giu a calci e spallate quella porta tirare fuori gli occupanti e accompagnarli gentilmente a sedere sul marciapiede??? Purtroppo io non ho piu ne l’etá né il fisico per farlo…ma, sentendo certe cose, la rabbia é tanta….!

  2. Il fenomeno dell’occupazione abusiva deve essere fermato in Liguria e in tutta Italia,siano le Civiche MMinistrazioni a risolvere il problema Sindaco e Assessori competenti,nel caso di La Spezia Alternativa Tricolore chiede l’immediato sgombero dell’appartamento del Sig.Bolleri ;qualsiasi ritardo verrà perseguito e Sindaco e Assessore verranno denunciati per ommissione di atti di ufficio.La nostra solidarietà al legittimo inquilino al di là di folcloristiche manifestazioni organizzate da movimenti di estrema destra spezzini.

  3. illustrissimi : ( chiedo scusa per eventuali errori. ) in questo paese vige la regola che quello che è tua e tua e viceversa bene so che la vostra decisione sia molto problematica . problemi di vari tipi. Ma pensavo ,che il paese nominato ITALIA, sia abitata, governata ecc. da ITALIANI. E penso che questo paese abbia le sue regole,(leggi e tradizioni). Che costituiscono :il passato ,il presente e il futuro per chi e Italiano .Mentre chi non solo viene come ……………..,………..,……..,……,..,.,,,..,..(come volete è la stessa cosa) ospite . nel nostro e amato paese .Debba stare senza alcun tipo di regola. Addirittura al punto che. Un italiano nella sua nazione ;nel suo capoluogo; della sua provincia ;paese; strada o via al n° civico si senta in qualche modo minacciato o ADDIRITTURA ,cacciato di casa. Anche chiamando le autorità competenti ,non sia in alcun modo tutelato. Anzi messo nell’ angolo ,ad aspettare, se mi possono aiutare o meno, non ostante voi venite pagati DALLO STATO ITALIANO. Che per non dimenticarmelo ogni tanto lo ripeto. (LO STATO ITALIANO Cioè la POPOLAZIONE (IT) PAGA IL GOVERNO Cioè TUTTI I DIPENTENTI STATALI : ass. datt. inf. comunali. regg. ECC. compresi i GOVERNANTI (politi.) domanda MA DAVVERO E COSI?
    COSì IN BASSO SIAMO ARRIVATI ; MA ALLORA SE DOMANI VIENE UNO STRONZO QUALSIASI PURCHE STRANIERA CI GOVERNA LUI O LEI?

LASCIA UN COMMENTO