Immigrati in via Venti aiutati dal maniman, alcuni commercianti: non protestate

48
CONDIVIDI
La protesta a lato di via Venti Settembre, anche davanti alle telecamere della trasmissione di Rete4 "Dalla Vostra Parte"
La protesta a lato di via Venti Settembre, anche davanti alle telecamere della trasmissione di Rete4 “Dalla Vostra Parte”

GENOVA. 23 AGO. Protesta di stasera contro l’insediamento di nuovi immigrati al civico 11 della prestigiosa via Venti Settembre (25 stranieri in 700 metri quadri, ristrutturati e dotati di tutti i comfort).

Presenti una sessantina di persone, fra commercianti e residenti.

Assenti i vacanzieri e quelli del partito del maniman: “Abbiamo creato un gruppo su WhatsApp per radunare tutti – spiegano due giovani commercianti del centro città – ma i nostri colleghi di Sanguineti regalo, Mont Blanc, Piquadro e di Galleria d’arte e fiori (Simone fiori) in via Venti Settembre, hanno scritto in chat di non scendere in piazza, né di manifestare contro l’assurda decisione di Doria e del Prefetto. Alcuni hanno raccolto il loro invito. Altri sono venuti qui lo stesso perché hanno capito che, a questo punto, pensare di seguire la politica del maniman e gli interessi solo per il proprio orticello, ormai non paghi più. Bisogna stare uniti, fare fronte comune, reagire e lottare per difendere la nostra città e i diritti di tutti. Genovesi inclusi”.

 

Stasera gli amministratori pubblici del centrodestra hanno rispettato i cittadini e non hanno voluto strumentalizzare la piazza riunita nella zona antistante il Mercato Orientale per manifestare il dissenso, anche davanti alle telecamere nazionali di Rai3 e Rete 4 e a quelle delle Tv locali Primocanale e Telenord.

Il sindaco Marco Doria oggi pomeriggio aveva detto “no” a operazioni di propaganda politica, ma il consigliere comunale del Pd Claudio Villa, che sostiene la maggioranza, si è presentato ugualmente alla manifestazione di residenti e commercianti. Tuttavia, è stato “gentilmente allontanato” da alcuni presenti.

Il clou è stata la diretta della trasmissione “Dalla vostra parte” di Rete 4, dove in collegamento con lo studio ed altre città, i genovesi hanno portato a conoscenza degli italiani la “sciagurata” scelta di Renzi e Doria di insediare i circa 25 africani nel mega alloggio della via dello shopping, mentre anziani e bimbi di famiglie indigenti genovesi sono costretti a sopravvivere nelle periferie degradate e nei caruggi, sotto assedio della criminalità.

La diretta è stata anche interrotta dallo show del lavoratore precario genovese, che negli anni scorsi aveva già tirato la bottiglietta d’acqua all’ex sindaca Marta Vincenzi e uno schiaffo in faccia al sindaco Marco Doria. Il contestatore è stato portato via dagli agenti della Digos, prontamente intervenuti, appena il “Paolini genovese” si è “impossessato” del microfono.

 

 

 

 

48 COMMENTI

  1. Una vera indecenza. Ma quante altre umiliazioni e prepotenze dobbiamo ancora sopportare da una sinistra incapace di governare ? Penso che dopo tante angherie nel toglierci ciò che spetta ad ogni cittadino di un paese libero e democratico, a Renzi, come gesto di sottomissione verso chi ci sta rendendo stranieri in casa nostra, non sia rimasta altra mossa che mettere a disposizione di questi signori il Parlamento. Grazie Pd.

  2. simone fiori, cartoleria sanguineti…. saprò dove NON andare più…..vergognosa la loro richiesta….che si facciano clienti i clandestini, è quello che meritano….mi sembra scontato un loro coinvolgimento diretto verso questa amministrazione.

  3. Aiutiamo i nostri connazionali … scusate ma aiutare tutti non è possibile per cui pensiamo a chi ha perso il lavoro. .la casa.. a chi stanotte ha subito un forte terremoto perdendo tutto.. alcuni anche la vita.
    Essere disposti ad aiutare tutti è fantascienza purtroppo chi insiste su questa strada ha solo dei grossi interessi personali da salvaguardare. .. un business senza limiti dove i veri “disperati” sono solo numeri su cui lucrare…

  4. Se sono 25,il sindaco Doria, avrà certamente un posto dentro il comune…eventualmente anche a Roma… C’è un povero vescovo, che vive in 700mq,da solo… Vorrà un pò di compagnia..

  5. Il nostro inetto ed enigmatico sindaco tra le altre tantissime cose possiede un intero Palazzo che porta il suo nome nonché quello della sua illustre famiglia in Piazza Fontane Marose, perché, fedele al proprio buonismo, non li ospita nella magione avita??

  6. Se vanno in via XX Sett. Si danno subito da fare per mandarli via, se poi li mandano a Sampierdarena, va tutto bene , ma teneteveli voi al centro, visto che da noi abbiamo il pienone!

  7. ora vedremo se daranno gli stessi diritti ecc ecc a tutte queste famiglie colplite dal terremoto saranno veloci come fanno di solito per tutti questi immigrati perlo di tutti i comuni d’italia o saranno soltanto parole parole al vento

  8. Mamma mia quanta giunta sta facendo più danni del terremoto!!! Ma come
    Si può speculare sulle persone!!! Ma non vi fate schifo!! Ricordate che queste agevolazioni non lo fanno per bontà anzi… Loro vedono questa gente come assegni circolari l!!! Bisogna svegliarsi genovesi

LASCIA UN COMMENTO