Immigrati e criminalità a Savona, Rixi e Mai: più forze dell’ordine

0
CONDIVIDI
L'assessore regionale Stefano Mai nominato da Edoardo Rixi commissario provinciale della Lega di Imperia
l'ex sindaco di Zuccarello ed attuale assessore regionale Stefano Mai: più forze dell'ordine a Savona
l’ex sindaco di Zuccarello ed attuale assessore regionale Stefano Mai: più forze dell’ordine a Savona

SAVONA. 18 GIU. “Le forze dell’ordine, sotto il coordinamento della questura di Savona, stanno facendo il massimo per garantire sicurezza ai cittadini e per fare fronte ai continui arrivi alla spicciolata di sedicenti profughi, che hanno come meta il confine francese. Sono giorni che continua questo andazzo e prima di arrivare a una nuova emergenza in concomitanza con la stagione turistica, chiediamo che il governo si attivi e invii nuovi agenti di polizia e carabinieri per dare supporto alle forze dell’ordine savonesi».

Lo hanno dichiarato oggi Edoardo Rixi, segretario regionale della Lega Nord e assessore regionale allo Sviluppo Economico, e Stefano Mai, ex sindaco di Zuccarello e assessore regionale all’Agricoltura. Questo pomeriggio l’assessore Mai ha effettuato un sopralluogo alla stazione di Savona, ha parlato con i tutori dell’ordine ed è stato ricevuto dal questore di Savona.

“Per ora la situazione è sotto controllo grazie all’impegno delle forze dell’ordine – ha aggiunto l’assessore Mai – ma temiamo che il numero degli arrivi sia destinato a crescere. In tal caso, gli agenti in servizio a Savona non potrebbero contemporaneamente far fronte all’emergenza e occuparsi di prevenzione sul territorio perché risultano sotto organico. Peraltro, furti e rapine sono in aumento. Savona e la Liguria hanno investito molto sul turismo. Non possiamo rischiare che, già all’inizio della stagione turistica, le imprese e l’indotto del comparto subiscano contraccolpi negativi, dovuti all’arrivo di immigrati in stazione e in generale in città”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO