Il Vizio dell’Arte da mercoledì al Duse

0
CONDIVIDI
Il vizio dell'arte da mercoledì al Duse
Il vizio dell'arte da mercoledì al Duse
Il vizio dell’arte da mercoledì al Duse

GENOVA. 15 FEB. “ Il Vizio dell’Arte ” è un esilarante “gioco” metateatrale che racconta, fra realtà biografica e invenzione scenica, il rapporto fra il poeta Wystan Hugh Auden e il compositore Benjamin Britten, nella Oxford degli anni ’70. Scritta da Bennett (autore anche di “The History Boys”) nel 2009, è una “commedia nella commedia” che con elegante trasgressività ed ironia, parla di teatro, di poesia e musica, di etica e omosessualità, di attrazione e desiderio, di gioventù e della paura di invecchiare: temi quanto mai appartenenti alla nostra identità e al nostro tempo.

Siamo alle prove della nuova produzione del National Theater di Londra, ispirata a “La tempesta” di Shakespeare e intitolata “Il giorno di Calibano”. Il centro della pièce è l’immaginario incontro fra Auden e Britten che dopo una collaborazione risalente a venticinque anni prima, non si sono più rivisti. La commedia in prova  si alterna e si mescola alla commedia in scena, in un vorticoso gioco teatrale: le vicende dei personaggi, vengono “attraversate” dalla vita degli attori che li interpretano. Attori con le loro paure, i dubbi sulla propria arte, le incertezze, i vizi e le invidie che caratterizzano ogni compagnia teatrale che si rispetti, descritte con la sagacia e la cattiveria di chi le ha vissute dall’interno.

Lo spettacolo dedutta al Duse  mercoledì 17 febbraio alle ore 20,30. La regia è di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia, con protagonisti Ferdinando Bruni, Elio De Capitani, Ida Marinelli, Umberto Petranca, Alessandro Bruni Ocana, Vincenzo Zampa, Michele Radice e Matteo de Mojana. I costumi sono di Saverio Assumma, le luci di Nando Frigerio, il suono di Giuseppe Marzoli.

 

Lo spettacolo è in scena fino a domenica 21 febbraio.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO