Home Cronaca Cronaca Italia

IL SEGRETARIO NAZIONALE DEL COISP RIGUARDO LA POLIZIA VS PM ZUCCA: “NON FACCIAMOCI DEL MALE”

0
CONDIVIDI

questi giorni ha visto contrapposti il Pm Enrico Zucca e la Polizia di Stato. “Credo –- ha detto oggi Franco Maccari –- che bisognerebbe mettere una bella pietra sopra questioni che rischiano di vedere solo vinti e nessun vincitore. In più, se insiste questo regno di sospetto e di critica reciproca, il vero sconfitto sarebbe lo Stato, del quale sia la Magistratura che la Polizia sono Organi istituzionali, la cui credibilità deve essere mantenuta con responsabilità, fiducia e saggezza”. ““Sino ad ora – – prosegue Maccari -– il Coisp è stato alla finestra, seguendo con amarezza e rammarico quanto accadeva. Se esistessero “parti”, se saremo costretti a riconoscere una “parte” non avremo dubbi, anche ad esprimerla con manifestazioni pubbliche. Ma credo anche, e questo è l’’invito del Coisp, che d’’ora in poi il silenzio valga più delle esternazioni, proprio perché denso di valore responsabile, fedele, saggio. Anzi, proprio la responsabilità suggerisce una più stretta e feconda collaborazione tra il Dott. Zucca e la Polizia, accantonando, anzi: superando ogni precedente rancore ed addebito. Il fine è così alto ed istituzionale da non poter essere travolto in nome di altri fattori”. ““Purtroppo molte volte anche il buon senso non basta, perché i compiti istituzionali di Polizia e Magistratura abbisognano di leggi e di norme – – conclude Maccari – – spesso i vuoti e le interpretazioni legislative realizzano un baratro fra ciò che sarebbe giusto fare e ciò che si deve fare. Ma questa è democrazia. Accettiamo anche le sue contraddizioni e serenamente consideriamo il fatto di come queste possano essere le fautrici di quanto è accaduto. Se poi la Magistratura di Genova vorrà non raccogliere questo invito e queste ragioni, ci troverà pronti a scendere in campo ed in piazza, anche per evitare inopportune strumentalizzazioni, che potrebbero pericolosamente coinvolgere altri ambiti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here